Tempo di lettura: 3 minuti

LECCE – Anche Lecce si prepara all’ondata di gelo polare cher sta già facendo sentire i suoi primi effetti. La macchina della solidarietà è sempre in moto e, in considerazione dell’emergenza freddo prevista per questa sera ed i prossimi giorni, si è tenuto questa mattina a Palazzo Carafa un incontro con le associazioni firmatarie del “Patto locale per la prevenzione e il contrasto della povertà assoluta e per l’inclusione sociale attiva” siglato nel novembre del 2017.

Le associazioni presenti, che sono al lavoro tutto l’anno, metteranno in campo ogni azione utile e ogni forma di collaborazione, affinché non vi siano particolari criticità nonostante il calo repentino delle temperature, previsto fino a domenica. In particolare, Don Attilio Mesagne, direttore della Caritas diocesana, ha comunicato la volontà e la disponibilità di Sua Eccellenza l’Arcivescovo mons. Michele Seccia ad aprire per queste notti le porte della Chiesa di San Giuseppe (ingresso da via Fazzi, da via Maremonti e da via dell’Acaja) nel caso in cui i posti letto dei dormitori cittadini non fossero sufficienti. All’interno della Chiesa la Comunità dei Giovani Sant’Egidio si occuperà di fornire supporto e bevande calde a coloro che trascorreranno lì la notte.

Di seguito, la disponibilità dei dormitori per i senza fissa dimora. I posti sono previsti nelle seguenti strutture della città, aperti tutto l’anno:

  • Masseria Ghermi, n. 25 posti letto gestiti da Croce Rossa Italiana che col proprio pulmino farà tappa alle ore 20:00 presso la Stazione ferroviaria di Lecce per accompagnare presso il dormitorio gli utenti che necessitano di aiuto;
  • Caritas Diocesana Casa della Carità, Corte Gaetano Stella, 14 n. 30 posti letto;
  • Caritas Diocesana Casa San Vincenzo de’ Paoli, via Colonnello Costadura 43/A n. 15 posti letto.

Sono inoltre 10 le mense cittadine (5 diurne e 5 punti di ristoro serali):
Mense diurne:
Casa della Carità, Corte dei Rodii; Suore Vincenziane Via Petraglione, n. 23; “Mensa dei Poveri” c/o Parrocchia Santa Maria delle Grazie in Santa Rosa, Viale U. Foscolo, n. 29; Mensa domenicale della Parrocchia San Lazzaro, Via San Lazzaro, n. 40; Mensa domenicale della Parrocchia San Giovanni Battista, Via Novara.
Punti ristoro serali:
c/o Parrocchia Cattedrale, Via Marco Basseo, n. 21; c/o Parrocchia San Massimiliano Kolbe, Zona 167/C – Via Pistoia; c/o La Parrocchia del Sacro Cuore, Viale Gallipoli, n. 45; c/o Parrocchia San Pio X, Via Delle Anime, n. 32; c/o Parrocchia Sant’Antonio di Padova a Fulgenzio, Via Monte San Michele, 4.

Per queste giornate, il servizio di unità di strada di Croce Rossa Italiana – solitamente attivo tre giorni a settimana – sarà attivo tutti i giorni e 24 ore al giorno per la distribuzione di pasti caldi, coperte, farmaci di primo intervento, supporto medico e trasporto verso strutture sanitarie. Tutti coloro che sono a conoscenza di persone che dormono all’addiaccio o che sono impossibilitate a muoversi o che vivono situazioni di disagio economico e sociale e che sono in difficoltà possono contattare i volontari della Croce Rossa al numero 0832/333585 e gli operatori dello Sportello sociale ascolto aiuto di Croce Rossa Italiana al numero 334/6806232.

I volontari dell’Associazione City Angels – rintracciabili al numero 388.3578273 – saranno operativi tutte le notti per la distribuzione di bevande calde e coperte.

Per queste giornate di emergenza, l’associazione CNIS sarà a disposizione h/24 per il trasporto degli utenti presso le strutture di accoglienza notturna. Contatti: 339.7137529.

Sarà possibile segnalare situazioni di difficoltà – casi di persone o famiglie impossibilitate a muoversi, per ragioni di salute o altro – all’associazione Angeli di Quartiere contattando i volontari al numero 338.5886861.

L’associazione Equoevento (389.9964343) – impegnata nel recupero delle eccedenze alimentari – si mette a disposizione di tutte le associazioni che distribuiscono pasti caldi.

Per ricevere tutte le informazioni in tempo reale relative al meteo e alla condizione delle strade e del traffico nella città di Lecce è sufficiente iscriversi al canale Polizia Locale Lecce Channel dell’applicazione di messaggistica Telegram, raggiungibile al link https://t.me/polizialocalelecce.

Commenti