Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – In una macelleria, un supermarket ed un negozio di abbigliamento sono state riscontrate numerose irregolarità nei tre esercizi di vicinati di via Duca degli Abruzzi controllati nella serata di ieri dagli agenti del nucleo di Polizia Amministrativa di Lecce. In entrambi i negozi di generi alimentari sono state inoltre accertate violazioni in materia di conservazione degli alimenti.

In uno stesso banco frigorifero trovato all’interno della macelleria, infatti, sono stati rinvenuti prodotti ittici e vegetali conservati in promiscuità, senza l’utilizzo di pellicole o dispositivi protettivi per impedire eventuali contaminazioni microbiche, in violazione della normativa vigente che comporta una sanzione di 1.000 euro.

In seguito al sopralluogo nel supermarket, invece, è stato sottoposto a sequestro ai fini della distruzione un quantitativo di 11,5 kg. di pesce sfuso, stipato in un congelatore a pozzetto, confezionato in porzioni pronte per la vendita, prive di etichettatura che ne consentisse la rintracciabilità, attestante la provenienza e le date di confezionamento e scadenza. Una sanzione da 1.500 euro è stata in questo caso comminata al titolare.

Infine, all’interno di un negozio di abbigliamento, gli agenti hanno infine accertato la presenza di un’attività abusiva di agenzia per il trasferimento di denaro all’estero (money transfert), anche presso Paesi extracomunitari.

Commenti