Tempo di lettura: 1 minuto

ROMA – Cresce l’attesa tra i milioni di tifosi dei club di Serie B e di quelli che ambiscono a giocarvi per la pronuncia del Collegio di Garanzia del CONI, che è in riunione dalle ore 12:00 di oggi a Roma. A presiederlo c’è l’ex ministro Franco Frattini, che dovrà pronunciarsi su tre ricorsi. Il primo è stato presentato da Ternana, Siena e Pro Vercelli e riguarda la sentenza della Corte Federale di Appello che aveva ribadito la decisione a favore di Novara e Catania del Tribunale Federale Nazionale sui criteri di ripescaggio. Il secondo ricorso è di Ternana e Pro Vercelli sulla delibera con cui la Lega B ha stabilito il blocco dei ripescaggi. Il terzo, proposto sempre da Ternana e Pro Vercelli, è relativo alle delibere con cui il Commissario Straordinario del CONI, Roberto Fabbricini, ha dato via libera al nuovo format del campionato di Serie B a 19 squadre col benestare della FIGC.

Qualunque sarà la decisione presa oggi, le polemiche di sicuro non finiranno sia che si torni ad una Serie B a 22 squadre, sia che venga mantenuta l’attuale composizione a 19. Davanti all’eventuale reintegro ci sarebbero poi due strade percorribili: promuovere Novara, Catania e Siena, come sentenziato dai due gradi della Giustizia federale, oppure aggiungere ai toscani anche Ternana e Pro Vercelli con la variabile rappresentata dalla Virtus Entella che a sua volta ha avanzato un’istanza di ripescaggio per il caso-Cesena. Dopo la sentenza odierna si potrà ricorrere solo alla Giustizia amministrativa: TAR ed eventualmente Consiglio di Stato, ma solo per chiedere risarcimenti

Commenti