Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Alzi la mano chi non si ricorda Lecce-Bari 1-0 dell’11 dicembre 1999. Il gol di Alessandro Conticchio, il diluvio e il fango che resero la battaglia sul campo stoica. Oltre alla rabbiosa esultanza del “Sindaco“, uno dei protagonisti di quella serata fu un signore che sfidò il freddo trepidando e soffrendo furiosamente in maniche corte.

Era l’allora allenatore del Lecce, Alberto Cavasin. Il tecnico trevigiano potrebbe continuare la sua lunga carriera costellata di successi (in verità pochi oltre all’apice di Lecce) e delusioni.

Secondo quanto affermato dalla Gazzetta dello Sport, Cavasin sarebbe in lizza per la panchina del Bisceglie, club di Serie C (Girone C). In casa nerazzurrostellata è nel pieno il rimpasto dei vertici societari, con l’ex patron Canonico destinato a un ruolo di minoranza a scapito di una cordata locale.

Oltre all’ex tecnico del Lecce, tornato ad allenare nel 2016 (Leyton Orient e Santarcangelo, fino a marzo scorso) dopo una pausa di cinque anni seguita alla retrocessione (con festa del Lecce) amaramente collezionata con la Sampdoria, il Bisceglie seguirebbe anche Ciro Ginestra e Lello Di Napoli.

Commenti