Tempo di lettura: 1 minuto

striscione-curva-sud-lecce-per-noemi-duriniLECCE – Non di solo calcio si vive e si parla negli stadi e tra i tifosi. Ieri sera, al “Via del Mare“, i supporters giallorossi presenti in Curva Nord e Curva Sud hanno infatti esposto degli striscioni in memoria di Noemi Durini, la 16enne di Specchia uccisa dal suo fidanzato, delle vittime dell’alluvione di Livorno della scorsa settimana e di Ivan Vergara, detto “Ufo“, ex capo ultrà deceduto diversi anni orsono ma il cui ricordo è sempre vivo nel cuore del tifo leccese.

striscione-curva-nord-lecce-per-livornoSe in campo le squadre avevano osservato un minuto di silenzio come decretato dal peresidente della Federcalcio Carlo Tavecchio, anche sugli spalti il popolo giallorosso ha voluto salutare a modo proprio gli sfortunati protagonisti delle vicende di cronaca che hanno riempito giornali e telegiornali negli scorsi giorni.

striscione-curva-nord-per-ufoIn Curva Nord, gli Ultrà Lecce hanno dapprima commemorato “Ufo“, indimenticato capo del tifo leccese più acceso con applausi scroscianti di tutti gli altri spettatori presenti allo stadio.

Stessi battimani che hanno poi accompagnato l’esposizione dello striscione che invitava la Città di Livorno a rialzarsi, superando le divisioni campanilistiche esistenti tra le due tifoserie.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.