Tempo di lettura: 3 minuti

premio-civetta-2017CASTRÌ DI LECCE – Questa sera, alle ore 21:00, in Piazza dei Caduti a Castrì di Lecce, si svolgerà l’VIII edizione del Premio Civetta  – Citta di Castrì, iniziativa organizzata come ogni anno dalla locale amministrazione comunale in collaborazione con l’associazione culturale “La Civetta”. Nel corso della serata, condotta dal direttore artistico della manifestazione – il giornalista Rai Vito Bruno, nativo di Castrì –  verranno infatti premiati con le preziose sculture del maestro Ferruccio Zilli personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo e dell’imprenditoria italiana distintisi “per le loro attività di elevato impegno culturale, sociale e di solidarietà svolte con professionalità, dedizione e generosità”.

Il prestigioso riconoscimento, quest’anno, verrà consegnato alla giornalista del Tg2 Adele Ammendola, volto noto del giornalismo televisivo italiano; a Stefano Tura, corrispondente Rai da Londra e scrittore; a Bungaro, cantante, paroliere e musicista di recente premiato per la colonna sonora del film “Perfetti sconosciuti”; a Luca Bianchini, scrittore e opinionista; ad Arianna D’Aloja, ufficio stampa Sony Music Italia e manager discografica; all’imprenditore Vito Mirko Greco; all’associazione “Nomeni per Antonio Montinaro” di Calimera, impegnata da anni a presidio della memoria dei caduti della strage di Capaci e della legalità. La serata prevede inoltre un momento dedicato a Sergio Vantaggiato, giornalista salentino tragicamente scomparso a Parigi nel 2007, e la consegna della borsa di studio “Stefano Ingrosso” a Luca Letizia, miglior studente della Scuola secondaria di primo grado di Castrì nell’anno scolastico 2016/’17.

Queste le motivazioni dei premi:

  • Ad ADELE AMMENDOLA, firma e volto di prestigio del giornalismo televisivo italiano: “Per la professionalità e l’eleganza, lo stile e l’autorevolezza con cui da anni conduce l’edizione delle 20.30 del Tg2 e gli speciali della stessa testata”.
  • A STEFANO TURA, corrispondente Rai da Londra e scrittore: “Per il racconto puntuale e dinamico dei fatti che accadono in un Paese di primo piano per la politica internazionale. Attento e mai banale nelle corrispondenze sui reali inglesi e su quanto ruota intorno ai loro usi e costumi”.
  • A BUNGARO, cantautore, paroliere e musicista: “Salentino di origini, ha saputo descrivere e trasformare in canzoni di successo le emozioni che può provare solo un grande artista quale lui è. Per la colonna sonora dell’anno del film “Perfetti sconosciuti”, pluripremiata dal mondo del cinema e della musica italiani”.
  • A LUCA BIANCHINI, scrittore e opinionista: “Per essere una delle voci più moderne e intriganti dell’editoria italiana.  Per avere il dono di saper dialogare con le giovani generazioni anche attraverso i suoi romanzi e per lo spiccato e intelligente senso dell’umorismo”.
  • Ad ARIANNA D’ALOJA, ufficio stampa Sony Music Italia e manager discografica: “Per le sue capacità non  comuni nella promozione e nella gestione del management di grandi artisti italiani e stranieri. Per la professionalità e la cura nei rapporti con la stampa, per l’onestà morale che la contraddistingue da sempre”.

presentazione-libro-benedetto-xviSempre alle ore 21:00, nella sala “Le Tabacchine” del Palazzo Ducale di Castrì, il “Premio Civetta” anticipa uno dei suoi contenuti con la presentazione del libro “Benedetto XVI – Fede e profezia del primo Papa emerito della storia”. Sarà presente l’autore Giovan Battista Brunori, vicecaporedattore Esteri e vaticanista del Tg2.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.