Tempo di lettura: 1 minuto

voyager-a-lecce-2LECCE – Grande successo di pubblico e commenti più che positivi per la puntata di “Voyager” andata in onda ieri in prima serata su Rai 2. Il conduttore Roberto Giacobbo ha fatto da cicerone per i telespettatori attraverso alcuni tesori di Lecce nascosti alla vista dei visitatori e spesso di molti leccesi, tanto da affascinare il pubblico che ha seguito con grande interesse le notizie divulgate, sia pure con qualche veniale inesattezza per chi conosce fatti e luoghi mostrati dalle telecamere della tv di Stato.

voyager-lecceIl programma ha portato alla luce angoli della “capitale del barocco” che non sono conosciuti ai più, iniziando dall’ex Ospedale di Santo Spirito, in cui sono stati riportati alla luce alcuni affreschi di epoca medievale. Immagini inedite anche dai sotterranei del Castello Carlo V con le prigioni dove trovò la morte anche l’ideatore dello stesso maniero, ossia l’architetto militare GianGiacomo dell’Acaya ed il racconto del custode Franco Miccoli sulla presenza del fantasma di un bambino scomparso dopo esser caduto in una botola e mai più ritrovato negli anni Cinquanta; una storia tra l’altro confermata anche da molti visitatori. Pieno di sorprese anche il percorso sottorraneo nel Museo Faggiano, tra tombe, nascondigli, cisterne, ossari e altri simboli riconducibili alla presenza in città dei Cavalieri Templari. Tra le peculiarità narrate da Giacobbo ci sono pure le reliquie presenti nella cripta del Duomo di Lecce. Gran finale con il mosaico della Lupa presente in Piazza Sant’Oronzo e la Basilica di Santa Croce ed i simboli massonici presenti sulla facciata oggi in fase di restauro.

Ecco il video della puntata di ieri sera che in tanti hanno già condiviso sui social e reperibile anche sul portale raiplay.it (clicca qui):

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.