Tempo di lettura: 1 minuto

giuseppe-agostinone-con-ds-mauro-melusoLECCE – Che il rapporto tra l’U.S. Lecce e Giuseppe Agostinone fosse destinato a chiudersi dopo appenna sei mesi era più che una probabilità. Già nelle ultime settimane di permanenza di Pasquale Padalino sulla panchina giallorossa, così come durante la gestione di Roberto Rizzo, l’ex terzino del Piacenza era stato relegato in panchina e non ha più fatto parte della formazione titolare tra campionato e Play-Off.

Anche ieri pomeriggio, nel test amichevole che il Lecce ha vinto (16-0) contro la Rappresentativa Altopiano Silano, il terzino è rimasto fuori squadra non disputando la prima gara nel ritiro di Lorica poiché già in permesso per motivi familiari. Una situazione che preclude all’addio tra calciatore e club salentino. Resta solo da capire dove il calciatore andrà a giocare nella prossima stagione. Il suo è un accantonamento legato alle nuove norme su Under ed Over da avere in rosa per le squadre di Lega Pro, ma soprattutto alle difficoltà che il difensore foggiano ha palesato fin dal suo arrivo nel club salentino e che ne hanno fatto uno dei bersagli dei tifosi leccesi, anche a causa della scelta personale di Padalino (aspramente contestato dopo il ko a Foggia), che aveva chiesto al Ds Meluso di acquistare a gennaio Agostinone per la fascia sinistra.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.