Tempo di lettura: 1 minuto

ultras-catania-e-caveseMESSINA – Ancora notizie di violenze correlate al mondo del calcio di Lega Pro e non solo. Secondo quanto riportato da alcuni siti, in tarda mattinata si sono verificati degli scontri tra ultras del Catania diretti a Vibo Valentia per seguire la squadra rossazzurra, tifosi della Cavese che dovevano raggiungere Gela ed agenti delle forze dell’ordine agli imbarcaderi della Caronte&Tourist dove dovevano prendere il traghetto che collega la Sicilia alla terra ferma e viceversa. Ne è scaturito un fitto lancio di oggetti tra i tifosi delle due formazioni, con una bomba carta che è stata fatta esplodere accanto al pulmino dei sostenitori campani. Una pattuglia della sezione Volanti della Questura di Messina era impegnata in un servizio di controllo dei supporters delle due squadre che andavano in trasferta. La perquisizione effettuata su alcuni veicoli ha portato al rinvenimento di mazze ed altri oggetti contundenti, che sono stati sequestrati. Una ragazzina di 14 anni che è rimasta ferita dallo scoppio del grosso petardo: una scheggia l’ha raggiunta ad una gamba ed è stata trasportata al Pronto Soccorso del Policlinico messinese. Sul posto è quindi intervenuta anche una pattuglia dei Carabinieri e poco dopo è tornata la calma. Ora sono in corso le indagini di rito per valutare la posizione di alcuni facinorosi che, dopo Vibonese-Catania e Gela-Cavese, potrebbero essere sottoposti alla misura del Daspo.

Qui il video pubblicato dall’edizione on-line de La Gazzetta del Sud:

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.