Tempo di lettura: 4 minuti

le-jvs-1LECCE – In una serata caratterizzata ancora una volta dalle vibranti contestazioni contro squadra e (soprattutto) allenatore, il Lecce ritorna ai tre punti e regola per 3-1 la Juve Stabia, consolidando così la seconda piazza dietro al fuggitivo Foggia. A decidere il risultato sono arrivate le reti di Marconi, Tsonev, gol immediato dopo il temporaneo pari di Paponi, e Lepore.

1’ Turnover per Pasquale Padalino. Restano in panchina Agostinone, Caturano, Ciancio e Torromino. L’inedito tridente offensivo vede Marconi al centro, coadiuvato da Doumbia e Pacilli. In difesa, Vitofrancesco va a sinistra e Drudi si posiziona sulla corsia destra; al centro, con Giosa, rientra Cosenza. Cambi inaspettati anche in casa Juve Stabia: panca per Ripa e Cutolo, attacco a due Paponi-Kanoutè e folta mediana a cinque orchestrata da Izzillo e rafforzata dai polmoni di Esposito e Matute.

5’ Avvio di gara soft. Ad animare la serata del “Via del Mare” c’è ancora una volta la vibrante contestazione della Curva Nord; oggi, oltre agli slogan contro il tecnico Pasquale Padalino, ci sono cori di scherno anche per la squadra.

9’ Punizione tagliata di Vitofrancesco dal vertice alto dell’area per Doumbia, Russo respinge coi pugni.

19’ Prima vera occasione del match. Tsonev riceve il pallone e taglia centralmente, assist per il liberissimo Doumbia, che opta per il tiro a giro sul secondo palo, deviato in angolo dal rientro di Giron. Gran chiusura del neo entrato.

21’ Costa Ferreira apre il compasso e coglie l’inserimento di Pacilli, anticipato dall’uscita tempestiva di Russo che smanaccia la sfera.

22’ Contatto in area tra Perucchini e Paponi non ravvisato dal direttore di gara. L’azione, comunque nulla per posizione di fuorigioco in partenza dell’ex attaccante del Parma, innesca il nervosismo tra Cosenza e Kanoutè. Scaramucce tra i due, puniti con il cartellino giallo.

28’ Spizzata di Marconi per Doumbia che s’invola dal centro del campo seminando due avversari prima di un tiro impreciso che non coglie neppure lo specchio della porta.

30’ GOL LECCE. Punizione di Vitofrancesco, gli avanti del Lecce falliscono il tap-in vincente. Palla fuori recuperata da Tsonev, destro secco rimpallato da Allevi, che serve involontariamente l’assist vincente a Marconi, freddo sottoporta. Inutili le proteste stabiesi per un presunto fuorigioco del numero 9 giallorosso.

36’ Sinistro rasoterra di Doumbia poco fuori dall’area, palla a fil di palo.

39’ GOL JUVE STABIA. Kanouté mette il turbo sull’out destro, brucia Vitofrancesco raggiunge il fondo e pennella al centro una palla tesa che premia lo stacco di Paponi. Colpe evidenti per Giosa, leggerino nella marcatura.

40’ GOL LECCE. Il Lecce ristabilisce subito le distanze. Folata mancina di Doumbia, traversone respinto dall’uscita a mano aperta di Russo che riesce soltanto ad allungare la sfera sulla linea dei sedici metri, dove s’avventa Tsonev che insacca con un piatto destro rabbioso.

Secondo tempo

12’ Punizione potente di Giron, calciata da posizione defilata, Perucchini non si fa ingannare ed alza in calcio d’angolo.

15’ Corner dalla destra, sponda di Santacroce per il secondo colpo di testa di Matute, Perucchini è ben posizionato e la parata è facile.

23’ Cambio tattico per il Lecce. Marconi è rilevato da Lepore e l’undici giallorosso si ridisegna con Pacilli al centro del tridente. Ruolo da “falso 9” per l’ex Trapani, accostato a destra da Lepore e a sinistra da Doumbia.

25’ Palo di Franco Lepore. Doumbia penetra sulla destra e s’accentra, scarico orizzontale per Lepore, appostato fuori dall’area. Stop e destro di collo che rimbalza, supera Russo, ma termina a lato dopo una leggera deviazione del montante.

36’ GOL LECCE. Tris giallorosso che rompe un momento di stanca del match. Costa Ferreira mette in moto Lepore a destra, scatto perentorio del capitano, Giron dribblato e cioccolatino al centro scartato da Salvatore Caturano che torna al gol su azione.

38’ Palla a campanile che mette in difficoltà Russo, autore di una respinta difettosa su Lepore. Altrettanto impreciso è lo stop del calciatore leccese che si allunga la sfera e non può calciare verso la porta stabiese sguarnita.

44′ Palla dentro di Giron per Paponi, che svetta di testa e coglie il palo. Sulla ribattuta, Perucchini anticipa tutti e abbranca in presa.

47′ GOL JUVE STABIA. Punizione potente di Cutolo dal limite che buca la barriera e beffa Perucchini nell’angolino basso di sinistra.

Il tabellino

Lecce-Juve Stabia 3-2

Lecce (4-3-3): 25 Perucchini; 2 Vitofrancesco, 5 Cosenza, 14 Giosa, 16 Drudi; 13 Tsonev, 21 Fiordilino, 8 Costa Ferreira (38’ st 20 Maimone); 11 Pacilli (31’ st 18 Caturano), 9 Marconi (22’ st 10 Lepore), 24 Doumbia. A disposizione: 1 Bleve, 12 Chironi, 3 Agostinone, 6 Arrigoni, 7 Torromino, 17 Monaco, 19 Muci, 23 Ciancio, 27 Mengoli. Allenatore: Pasquale Padalino

Juve Stabia (3-4-1-2): 22 Russo; 6 Santacroce, 18 Morero (15’ pt 14 Giron), 20 Allevi; 19 Izzillo (41′ st 29 Ripa); 2 Cancellotti, 8 Matute, 21 Esposito, 23 Lisi (31’ st 33 Cutolo); 7 Kanoutè, 35 Paponi. A disposizione: 1 Bacci, 32 Tabaglio, 10 Marotta, 11 Manari, 13 Camigliano, 17 Salvi, 24 Mastalli, 27 Rosafio. Allenatore: Guido Carboni

Marcatori: 30’pt Marconi (L), 39’ pt Paponi (JS), 40’ pt Tsonev (L), 36′ st Caturano (L), 47′ st Cutolo (JS) 

Ammoniti: 22’ pt Cosenza (L), 22’ pt Kanoutè (JS), 29’ pt Santacroce (JS), 18’ st Marconi (L), 28’ st Drudi (L),

Arbitro: Carlo Amoroso di Paola – Assistenti: Valerio Vecchi di Lamezia Terme e Giuseppe Maccadino di Pesaro

Note: serata serena, temperatura 17 °C, terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori: 10360 (9242 abbonati, 1118 paganti), incasso totale 36499,20 euro (incasso paganti 9476,00 – quota abbonati 27023,20) Recuperi: 1’ pt, 3′ st – Statistiche: tiri in porta 6-5; tiri fuori e/o respinti 5-2; palle in area 26-18; cross 10-9; falli subiti 15-13; corner 3-8; off-side 2-3.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.