Tempo di lettura: 3 minuti

probabili-formazioni-cosenza-lecceLECCE – Cosenza-Lecce sarà una sfida che vedrà i due tecnici non poter contare per diverse ragioni su tutti gli effettivi. Lo scontro allo stadio “San Vito-Marulla è particolarmente atteso dai locali che sono animati da una grande voglia di mettere il bastone tra le ruote della formazione salentina per vecchie ruggini risalenti al 1993, ma soprattutto dopo l’approdo nel club leccese del Ds Mauro Meluso che si è portato appresso tanti ex rossoblù (Arrigoni, Ciancio, Fiordilino e Vutov). C’è poi il ricordo del match d’andata in cui i silani erano passati in vantaggio e che si videro negare dall’arbitro la possibilità di andare sullo 0-2 a causa del contempioraneo fischio che mandava le due squadre negli spogliatoi proprio un attimo prima che un pallone calciato da notevole distanza s’insaccasse nella rete dei padromni di casa. Per la cronaca, il match si chiuse poi in parità, ma non mancarono le polemiche.

QUI COSENZA- Per la sfida contro i giallorossi, mister Stefano De Angelis ha da risolvere alcuni ballottaggi. Non a riguardo del modulo di gioco, visto che ha deciso di puntare sul 4-3-3, ma negli uomini. Dopo lo scialbo primo tempo di Caserta non sono da escludere novità che potrebbero interessare tutti i reparti. In difesa, con Tedeschi colpito da un grave lutto familiare e che non è stato neppure convocato, probabile che si rivedano i quattro uomini schierati al “Pinto“, con Corsi e D’Orazio sulle fasce e la coppia Blondett-Pinna davanti al portiere Perina. A centrocampo il solito rebus, con Caccetta che spera di avere una nuova opportunità dopo i fischiche lo hanno accompagnato all’uscita dal campo nell’ultima partita casalinga. Il solo Calamai pare l’unico elemento da considerare sicuro titolare tra i rossoblù. In attacco per i tre posti disponibili sono in lizza Letizia e Mendicino che insidiano la maglia del deludente Statella, mentre l’ex leccese Baclet dovrebbe giocare, con Cavallaro che pare indietro nella gerarchia di chi ambisce ad una maglia da titolare.

QUI LECCE– La truppa giallorossa non potrà contare in questa sfida sullo squalificato Ciccio Cosenza. A lui si aggiunge l’infortunato Marco Mancosu, mentre in forte dubbio resta uno dei tre ex cosentini in rosa, Andrea Arrigoni che per alcuni giorni della settimana non si è allenato con i compagni, ma lo ha fatto regolarmente venerdì e pure ieri nella rifinitura. Rientra dal turno di stop forzato Checco Lepore che potrebbe ambire ad una maglia da titolare qualora Padalino intendesse presentare una formazione più abbottonata rispetto al solito; in tal caso, a contendersi una maglia sarebbero il numero 10 e Mario Pacilli. Con l’inserimento di Mirko Drudi nella linea difensiva che vedrà l’impego di Giosa e sulle fasce Ciancio e Vitofrancesco, a centrocampo dovrebbero trovare posto gli stessi uomini schierati con il Fondi (Maimone, Fiordilino e Costa Ferreira), mentere in attacco probabile la riproposizione di due terzi del tridente, ossia Giuseppe Torromino e Salvatore Caturano.

Le probabili formazioni

Cosenza (4-3-3): Perina; Corsi, Blondett, Pinna, D’orazio; Mungo, Ranieri, Calamai, Statella, Mendicino, Letizia. All. De Angelis

Lecce (4-3-3): Perucchini, Ciancio, Giosa, Drudi, Vitofrancesco, Maimone, Fiordilino, Costa Ferreira, Torromino, Caturano, Pacilli. All. Padalino

Arbitro: Guccini di Albano Laziale

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.