Tempo di lettura: 1 minuto

MOSCARDELLILECCE – È sempre più il leader del suo Arezzo e sempre più amato anche dai tifosi amaranto grazie ai tanti gol spettacolari che s’inventa. Davide Moscardelli ci ha preso davvero gusto a realizzare reti che non passano certo inosservate. Se sono banali, preferisce magari non metterle a segno, ma appena trova il guizzo giusto per beffare i portieri avversari ecco che la scintilla della genialità e della sana follia si accende all’improvviso, regalando perle degne di ben altri palcoscenici. L’ultima in ordine di tempo che il barbuto capitano della formazione toscana ha siglato è quella nel derby con la Pistoiese, il posticipo del Girone A della Lega Pro deciso proprio da una sua prodezza che ha regalato all’Arezzo altri tre punti che lo mantengono nelle zone nobili della classifica. Il “Mosca” ha infatti permesso alla compagine aretina di restare a -4 dalla Cremonese che è seconda, agganciando al terzo posto, a pari punti (56) il Livorno, altra squadra battuta poche settimane fa da un “gollazzo” del numero 9 romano (LEGGI QUI).

Al 7° minuto di gioco, l’attaccante nato a Mons e con un recentissimo trascorso tra le fila del Lecce, ha ricevuto una palla scodellata da Erpen all’atezza della linea di centrocampo di sinistro, al volo, con un tocco vellutato, ha superato Feola, il portiere degli arancioni, con un pallonetto precisissimo. L’estremo difensore della Pistoiese, squadra in cui milita un altro ex giallorosso, Bellazzini, non ha potuto far altro che seguire con lo sguardo la parabola insaccarsi in fondo alla rete della sua porta.

Ecco la magia regalata ieri sera nel monday night da Moscardelli:

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.