Tempo di lettura: 1 minuto

 

gianluca-grassadoniaLECCE – Alla vigilia della sfida tra il Lecce e la Paganese, tocca a mister Gianluca Grassadonia fare il punto della situzione in casa degli azzurrostellati. Il tecnico dei campani ha parole di elogio per la fgormazione giallorossa, conscio delle difficoltà che la trasferta allo stadio “Via del Mare” riserva alla sua squadra. Tuttavia, le speranze di fare bella figura contro l’attuale capolista del Girone C del campionato di Lega Pro sono legate al recente periodo da cui è reduce la Paganese che è in serie positiva da tre giornate. Ma nella società campana si guarda anche al futuro, con la necessità di avere un programma a lungo termine e di ricostruire la rosa di prima squadra, tra elementi ormai non facenti più parte del progetto tattico e tecnico dell’allenatore che tra i convocati non ha inserito Celiento, Zerbo e Picone, che certamente non rientrano più nei piani della Paganese. Grassadonia ha usato parole dure contro alcuni calciatori dai quali si sente quasi tradito ed aggiunge: “Anche qualcun altro non sarà più con noi. Noi dobbiamo portare la nave in porto; c’è delusione. I nostri 19 punti in classifica sono figli anche di poca professionalità, poca partecipazione, poca attenzione di alcuni. I nostri errori nell’atteggiamento e nella concentrazione sono figli di questa situzione. Qualche giovane perderà una chance importante per la propria carriera. Un tempo i giovani pendevano dalle labbra dei grandi. Oggi è cambiato tutto… C’è chi ha fatto 10 presenze in tre anni o 20 in quattro e pensa di aver fatto la finale di Champions League. Ora, a gennaio, dovremo essere bravi a sbagliare il meno possibile. Per ora qualcuno resta fuori, ma altri li seguiranno. Chi è causa del suo male, pianga se stesso…”

Ecco la conferenza stampa del tecnico azzurrostellato:

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.