Tempo di lettura: 2 minuti

Padalino a CotroneiLECCE – Rientrato a Lecce alla vigilia della delicata trasferta a Castellammare di Stabia, mister Pasquale Padalino, che ha usufruito di alcuni giorni di permesso per ragioni strettamente personali, è pronto a rituffarsi nel clima-campionato ed a guidare dalla panchina i giallorossi nel big match dello stadio “Romeo Menti. Il tecnico foggiano ha tenuto la conferenza stampa di prassi dopo la seduta di rifinitura. Per la sfida in terra campana, Padalino potrà finalmente contare praticamente su tutta la rosa. Marco Bleve e Salvatore Caturano hanno infatti scontato il proprio turno di squalifica e si candidano a tornare a vestire una maglia da possibili titolari. Ad ogni modo, la scelta di chi sarà il portiere contro le “Vespe” di mister Fontana non appare così scontata, con Lys Gomis che contende il ruolo al rientrante estremo difensore salentino.Anche in difesa potrebbe esserci un ballottagio tra Mirko Drudi e Ciccio Cosenza, mentre in attacco si dovrebbe rivedere il trio Pa-Ca-To, cion Mario Pacilli a destra, Sasà Caturano punta centrale e Giuseppe Torromino riportato a sinistra.

Sul confronto al vertice, Padalino ha subito chiarito: “La prima raccomandazione che farò ai miei ragazzi è quella di essere se stessi, di fare la partita come di solito abbiamo finora fatto a livello di approccio. Questo discorso, ad ogni modo, glielo faccio sempre prima di tutte le gare. A prescindere da quello che succederà di positivo o negativo, dobbiamo continuare il nostro percorso, che di certo non può dipendere da una singola partita. Il nostro è un cammino che non può essere interrotto, oltretutto il campionato è lungo. L’aspetto mentale, a mio modo di vedere, conta, ma questo è un discorso che riguarda sia chi è in testa sia chi rincorre. Affronteremo la Juve Stabia che è prima in classifica e che sta meritando di essere lì. Questo, però, è un campionato aperto perché credo che non ci sia una squadra che può ammazzare il torneo. Dovremo non farci trascinare, ma essere noi stessi, mantenendo equilibrio. La partita di domani ci dirà chi siamo in questo momento non dove potremo arrivare.  L’importante sarà dimostrarsi all’altezza della situazione e su ciò non ho alcun pensiero negativo”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.