Tempo di lettura: 2 minuti
russo-juve-stabia
Danilo Russo (fonte web)

CASTELLAMMARE DI STABIA- Il portiere della Juve Stabia Danilo Russo ha fatto il punto della situazione in casa gialloblù dopo l’1-1 con la Casertana, risultato che ha aperto la settimana del big match contro il Lecce. 

E’ stata una partita giocata a viso aperto da ambe due le squadre – ha affermato il portiere ai taccuini di StabiaChannel.it – Abbiamo avuto le nostre occasioni e siamo stati bravi a riprendere la partita, perchè fuori casa non è mai facile scardinare la difesa avversaria. I tifosi in trasferta? Per l’atmosfera che si crea, per noi è come giocare in casa, la differenza la fa solo il terreno di gioco in questo senso Sappiamo che i tifosi ci fanno sentire sempre il loro supporto, quindi noi non soffriamo mai la pressione dei supporters avversari. Siamo contenti di aver riportato entusiasmo a Castellammare, dove mancava da molto tempo, e di vedere sempre tanta gente allo stadio che tifa per questi colori. Io mi aspetto di vederne sempre di più e di avere il loro sostegno anche in un probabile momento di difficoltà”

L’ex numero 1 del Matera, senza sminuire le qualità del Lecce, parla della corsa al vertice: “Innanzitutto, in questo campionato è difficile trovare ‘l’ammazza campionato’ sin dall’inizio perché le squadre si equivalgono tutte quante; poi magari a lungo andare qualcuna può prendere del vantaggio. Siamo orgogliosi e stracontenti del percorso che abbiamo fatto e che stiamo facendo perché il gruppo è unito, e questa è la nostra forza. Andiamo tutti nella stessa direzione, anche chi non gioca ci mette sempre lo stesso impegno. Ovviamente sappiamo anche che abbiamo ancora tanto da migliorare”.

Contro l’attacco di Padalino, Russo dovrà serrare le fila: “Giocare sapendo di aiutare i propri difensori, per il portiere significa mantenere alta la concentrazione per tutta la durata della partita e stare sulla corda per tutti i 90′. Poi, comunque, la nostra difesa parte dagli attaccanti: siamo 11 che difendono e 11 che attaccano. Contro i salentini dobbiamo essere compatti, corti, stretti, come siamo sempre stati e fare un’ottima partita – ha ribatdito- Sappiamo quello che dobbiamo fare e siamo attrezzati per fare al meglio quello che ci chiede il mister. Sicuramente affrontiamo una squadra forte, in salute, ben organizzata e guidata da un grande allenatore, quindi sarà una partita aperta, da vertici della classifica e, ovviamente, vincerà chi sarà in grado di fare un goal in più”.

In conclusione, il classe 1987 ha tracciato un primo bilancio stagionale: Io credo che ci sia sempre modo da migliorare, ma questo aspetto da migliorare non deve condizionare e non deve essere portato alla lunga, ma bisogna subito trovare una contromisura. Personalmente, penso che sto facendo bene, anche se al termine di un match c’è il rammarico per una parata mancata e che magari poteva salvare il risultato”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.