Tempo di lettura: 5 minuti

catania-lecceCATANIA – Un Lecce a tratti balbettante perde l’imbattibilità stagionale e cede il passo al Catania, che coglie una vittoria importantissima per 2-0, accelera il passo lasciando i bassifondi della graduatoria e si proietta verso quartieri più nobili della classifica. La storia del match è cambiata diametralmente a seguito dell’uno-due micidiale a metà ripresa. Prima un autorete di Tsonev (in coabitazione con Giosa) ha punito oltremodo i giallorossi, tambureggianti in quel lasso di tempo dalle parti di un superlativo Pisseri; poi il fulmine di Di Grazia ha incenerito la resistenza del Lecce. Troppo molle la reazione dopo gli schiaffi presi e troppo disordinata la reazione contro una difesa, quella siciliana, schierata bene a difendere il vantaggio.

Primo tempo

1’ Padalino rilancia il rientrante Pacilli dal 1’ nel tridente titolare con Caturano e Torromino. La formazione tipo si rivede anche negli altri reparti: Lepore torna sul centrodestra in mediana con Arrigoni e Mancosu, panchina per Vutov e Tsonev. In difesa confermato Drudi al posto di Cosenza. L’allenatore del Catania Pino Rigoli è costretto a scelte quasi obbligate in difesa a causa delle defezioni di Bastrini e Parisi. Il recupero di Bergamelli, centrale con Gil Drausio, riassetta il reparto completato da Di Cecco, centrocampista adattato sulla corsia destra, che scalza Nava. In mediana l’estro di Mazzarani (debutto dal primo minuto) e la sostanza di Bucolo coadiuvano il fosforo di capitan Biagianti. Davanti Calil preferito a Paolucci.

2’ Bucolo raccoglie una respinta corta della difesa leccese ed esplode il destro, alto.

4’ Mazzarani trova lo spazio giusto sulla trequarti e mira al secondo palo, interno destro che finisce a lato. Il Catania comincia bene la partita.

10’ Cross di Torromino dalla sinistra che pesca bene Ciancio, terzo tempo perfetto e inzuccata sventata dalla paratissima di Pisseri. L’ex portiere del Gubbio vola e smanaccia il pallone diretto all’incrocio.

12’ Ripartenza del Catania con Biagianti, passaggio centrale per Mazzarani, squillo centrale che trova attento Bleve.

16’ Guaio muscolare per Drudi. Il 29enne s’accascia a terra dopo uno stacco aereo e viene sostituito da Cosenza.

24’ Rimessa lunga di Djordjevic che mette in apprensione la difesa del Lecce, ma Biagianti fallisce l’impatto giusto quasi all’altezza della linea dell’area piccola.

29’ Di Grazia prova a convergere al centro dalla sinistra, ma il tiro è alle stelle.

30’ Caturano recupera una palla vagante in area su cross basso di Ciancio e, spalle alla porta, scarica per Torromino, sinistro rasoterra sul primo palo a lato.

34’ Palla dentro di Di Grazia toccata da Giosa che innesca un flipper su Barisic, controllo difficoltoso e appuntamento con il tiro perso.

35’ Il Lecce ha spazio nella metà campo catanese. Avanzata centrale di Lepore, servizio in diagonale per Vitofrancesco che pennella al centro, Torromino tenta la sforbiciata ma Di Cecco è sontuoso in chiusura.

38’ Punizione di seconda dal vertice alto dell’area non capitalizzata dal Lecce. Lepore tocca per Pacilli, dribbling secco e tentativo sul secondo palo che termina lontano dallo specchio.

40’ Barisic pesca Calil al centro dell’area, ma Cosenza chiude bene. Sul conseguente angolo Di Grazia calcia ad uscire, Mazzarani colpisce di testa, facile presa per Bleve.

45’ Azione velocissima del Lecce che dà vita a una grossa occasione da gol. Cambio di gioco da sinistra a destra di Mancosu per Pacilli, Vitofrancesco alza i giri del motore sulla corsia, entra in area e serve un assist per Caturano; il tiro del bomber campano, tradito probabilmente da una zolla, s’impenna.

Primo tempo: Il Catania si dimostra squadra ben assortita tra i reparti ma improduttiva in attacco. Anche i giallorossi si esprimono bene in difesa, tenendo lontani gli avanti rossazzurri dallo spazio di tiro. Lepore e compagni, in attacco più tonici sulla destra rispetto all’out opposto, collezionano due occasioni, ma un Pisseri formato maxi e la mira sbagliata di Caturano negano il vantaggio.

Radoslav Tsonev
Radoslav Tsonev

Secondo tempo

5’ Ciancio mette in movimento Caturano, tiro di prima intenzione scagliato nonostante la marcatura di un difensore, di poco fuori.

6’ Mazzarani tira da fuori, destro diagonale che finisce a lato.

7’ Barisic trova il giusto impatto da fuori, Bleve si piega e mantiene a sé la sfera dopo un rimbalzo ravvicinato.

10’ Di Grazia sfiora il gol con un destro velenosissimo da venticinque metri che s’abbassa all’ultimo e sfiora la traversa.

12’ Mancosu ribatte un pallone sul centrosinistra della trequarti catanese e trova Cosenza, piattone dal limite che scheggia il palo a Pisseri battuto.

14’ Pisseri salva il Catania. Tiro di Torromino respinto a due mani prima di un prodigioso riflesso con il braccio di richiamo sul tentativo di tap-in di Caturan.

16’ Ancora super-Pisseri dice di no coi pugni a Caturano.

25’ GOL CATANIA. Azione rocambolesca che porta in vantaggio il Catania. Silva si prepara al tiro, ma Tsonev lo anticipa da dietro e innesca una deviazione beffarda che spiazza Bleve e s’insacca

27’ GOL CATANIA. Di Grazia spadroneggia sulla corsia destra e confeziona un diagonale letale che trafigge Bleve.

47’ Tiro secco di Mancosu, fuori.

Il tabellino

Catania-Lecce 2-0

Catania (4-3-3): 12 Pisseri, 24 Di Cecco (38’ st 26 De Rossi), 6 Gil Drausio, 3 Bergamelli, 20 Djordjevic; 27 Biagianti, 4 Bucolo, 32 Mazzarani (41’ st 9 Paolucci); 11 Barisic, 7 Calil (8’ st 8 Silva), 23 Di Grazia. A disposizione: 1 Martinez, 15 Mbodj, 13 De Santis, 2 Nava, 5 Scoppa, 30 Piermarteri, 10 Russotto, 9 Paolucci, 19 Anastasi. Allenatore: Pino Rigoli.

Lecce (4-3-3): 1 Bleve; 2 Vitofrancesco, 16 Drudi (17’ pt 5 Cosenza), 14 Giosa, 23 Ciancio; 10 Lepore, 6 Arrigoni (28’ st 9 Vutov), 4 Mancosu; 11 Pacilli (21’ st 13 Tsonev), 18 Caturano, 7 Torromino. A disposizione: 12 Chironi, 22 Gomis, 3 Contessa, 8 Monaco, 13 Tsonev, 17 Capristo, 19 Vinetot, 20 Maimone, 21 Fiordilino, 24 Doumbia. 25 Persano. Allenatore: Pasquale Padalino.


Marcatori 25’ aut. Tsonev (L), 27’ st Di Grazia ( C )

Ammoniti 36’ pt Bergamelli ( C ), 11’ st Biagianti ( C ), 27’st Di Grazia ( C ), 32’ st Cosenza (L)

Arbitro Lorenzo Maggioni di Lecco


Assistenti Daniele Marchi di Bologna e Alessio Saccenti di Modena

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.