Tempo di lettura: 1 minuto

Rigoli allenatore AkragasCATANIA – L’allenatore del Catania Pino Rigoli mantiene i piedi per terra dopo il 2-0 rifilato al Lecce. La lettura dell’ex tecnico dell’Akragas parte da una critica a chi racchiude esclusivamente negli episodi fortunosi la vittoria degli etnei: «Bisogna avere uniformità di giudizio – si legge nelle dichiarazioni raccolte da Il Catanista – Prima della gara si parlava di un Lecce molto forte, oggi si dice che siamo stati solo fortunati. Abbiamo battuto grandi squadre, soffrendo più con le “piccole”. Dobbiamo ancora migliorare questo aspetto, ma sono contento di come sta crescendo la squadra».

La fortuna però ha anche aiutato i rossoazzurri oggi, come affermato dallo stesso Rigoli: «La gara di Reggio aveva fatto nascere dei dubbi su questa squadra  il cui unico problema – commenta il tecnico – è stato sempre legato ai risultati. Oggi abbiamo sbloccato la gara anche con un po’ di fortuna, ma siamo comunque stati bravissimi a concedere poco al Lecce, soprattutto nella fase centrale del primo tempo».

Il successo però non deve essere assolutamente un punto di arrivo. Il Catania dovrà fare tanta strada per dire la sua in campionato: «Ad oggi non abbiamo ancora espresso il nostro massimo potenziale. Abbiamo fatto una buona gara oggi – continua il trainer siciliano – ma dobbiamo ancora lavorare. Sono contento della prestazioni di molti giocatori, soprattutto di Drausio che sta crescendo dopo le difficoltà iniziali. È stato importante non subire gol in casa, siamo stati bravi a tenere alta la concentrazione dopo il gol».

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.