Tempo di lettura: 1 minuto

striscione-dei-tifosi-del-bari-per-pinuccio-milliBARI – La rivalità calcistica che divide opposte tifoserie svanisce davanti alll’attestazione di stima e rispetto verso il “nemico” di tante battaglie. Un’ennesima dimopstrazione s’è avuta oggi pomeriggio allo stadio “San Nicola” di Bari dove i biancorossi ospitavano il Trapani di Serse Cosmi nella gara poi vinta 3-0. In Curva Nord, cuore degli Ultras baresi, è stato esposto uno striscione dedicato all’avvocato leccese Pinuccio Milli che sta attraver5sando un delicato momento di salute. Gli “odiati cugini” hanno voluto mandare un incoraggiamento al legale notoriamente grandissimo tifoso giallorosso, tra i fondatori del Commando Ultrà Curva Nord prima e de I Ragazzi della Nord poi, invitandolo a tener duro.

Questo il testo apparsio sulla gradinata dell’impianto sportivo del capoluogo pugliese: “Al difensore di un ideale il rispetto dal rivale. Tieni duro avv. Pino Milli!” Un gesto che fa onore alla frangia più accesa della tifoseria barePinucciose che ha voluto incoraggiare così uno strenuo avversario e che giunge, per certi versi, inatteso. Ma il “codice d’onore non scritto” tra gli ultrà delle varie squadre porta a dimostrazioni di rispetto che vanno al di là della contrapposizione in campo e sugli spalti. Che la curva barese esponesse tre striscioni per dare il suo “in bocca al lupo” a Pinuccio Milli può meravigliare chi non conosce quelle regole che ordinano l’universo ultras.

striscione-nord-per-pinuccioAd ogni modo, resta il bel gesto compiuto che non può che non far piacere al diretto interessato, così come a tutti i supporters di fede leccese che già domenica scorsa avevano esposto nella Curva Nord del “Via del Mare” un analogo messaggio per il popolare e simpatico avvocato che si spende da anni nelle cause legali in cui sono coincvolti ultrà del Lecce (LEGGI QUI).

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.