Tempo di lettura: 1 minuto

karel-zeman-regginaLECCE – L’allenatore della Reggina Karel Zeman rilegge amaramente la sconfitta per 1-0 dei suoi in casa del Lecce: Era una partita che mi aspettavo diversa. Tanta differenza tra noi e il Lecce, come pè sulla carta, alla fine non l’ho vista. Mancavamo di cattiveria? Per noi è un’abitudine. Subiamo poco ma segnamo altrwettanto poco. Il Lecce che chiude la gara perdendo tempo mi fa riflettere sulla partita che abbiamo giocato e sono soddisfatto”.

L’allenatore ceco, figlio di Zdenek che tanti ricordi ha lasciato nel Salento, rivela gli errori che hanno condannato gli amaranto al passaggio a vuoto, rimarcando comunque soddisfazione per la conduzione del match contro il più quotato avversario: “Gestiamo il pallone fino ai venti metri e ci perdiamo anche se lavoriamo tutta la settimana su quello. Dopo il goal, per dieci o quindici minuti siamo andati un po’ in barca. Per il resto non abbiamo sofferto granché, ma siamo rimasti lontani dal segnare. Il risultato, maturato contro una squadra nettamente superiore, è motivo comunque di grande orgoglio. Nel secondo tempo in particolare direi che siamo stati penalizzati dall’arbitraggio che fischiava a senso unico, ma comunque dopo la prima giornata abbiamo preso goal solo su palle inattive”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.