Tempo di lettura: 4 minuti

MELFI – Tre su tre. Il Leccemelfi-lecce conquista anche lo stadio “Arturo Valerio” di Melfi imponendosi per 1-3. I ragazzi di Padalino sono bravi a controllare l’iniziale avvio prorompente dei lucani, pericolosi in due occasioni, per poi colpire ed affondare con due reti di Caturano in altrettanti minuti. Nella ripresa arriva il tris di Pacilli ma negli ultimi minuti sale in cattedra Bleve, autore di una partita indimenticabile costellata di interventi prodigiosi, ultimo quello del rigore che regala un finale tranquillo dopo l’1-3 firmato da Foggia. 

1’ C’è qualche cambio di formazione in casa Lecce. Gomis non ce la fa e parte dalla panchina, tra i pali c’è Bleve. A sinistra del quartetto difensivo Contessa sostituisce Ciancio. L’allenatore del Melfi Romaniello recupera il secondo portiere Viola, acciaccato in settimana, e cambia modulo, passando al 4-1-3-2. Fazio è il playmaker davanti la difesa; in attacco conferme per De Vena e Defendi. Il nuovo acquisto Mangiacasale non è del match.

7’ Cross insidioso di Torromino che mette in difficoltà Viola. Il portiere gialloverde non si fida della presa ed alza in angolo.

12’ Esposito prova il destro dai venticinque metri, traiettoria smorzata dalla schiena di Giosa che non crea patemi a Bleve.

13’ Il Lecce accelera i motori. Pacilli sfonda sulla destra e mette dentro un pallone teso sul quale Caturano manca l’appuntamento col tap-in.

18’ Grandissima giocata di Pacilli. L’ex Trapani scarta Bruno con un dribbling stretto e scucchiaia per Torromino che non riesce a convergere in rete.

19’ Melfi pericoloso con un contropiede condotto da Defendi e Cittadino e concluso da Gammone che mira all’incrocio alto, ma Bleve dice no.

20’ Il Melfi preme. Gammone buca la difesa giallorossa sulla destra, palla velenosa respinta da Bleve, Fazio raccoglie e tira ma è provvidenziale l’opposizione di Cosenza.

29’ GOL LECCE. IL Lecce passa alla prima occasione. Pacilli cambia gioco per Torromino che controlla, alza la testa e pennella per Caturano, fulmineo a sfuggire alle marcature della difesa per poi trasformare di piatto.

31’ GOL LECCE. I giallorossi raddoppiano e volano sulle ali del bomber Salvatore Caturano. Torromino raccoglie un corner corto e scarica per Mancosu, cross teso perfetto per Caturano che, ancora una volta tutto solo, non ha problemi nel mettere in rete di piatto.

38’ Respinta corta della difesa lucana che favorisce un tiro al volo di Contessa, palla di poco fuori.

43’ Calcio d’angolo del Melfi ribattuto Cosenza, tiro di Bruno alle stelle.

44’ Doppia occasione per il Lecce. Torromino prova il fendente da fuori area, Viola respinge in qualche modo un pallone viscido, Caturano è ancora una volta il più lesto di tutti, ma questa volta Viola recupera bene la posizione e chiude lo specchio all’attaccante del Lecce.

45’ Pacilli ammattisce Bruno sulla destra, cross al centro ribattuto da De Giosa su Giosa, caparbio nel tentare un tiro al volo che sorvola la trasversale.

Secondo tempo

6’ Tiro di Torromino dal vertice alto dell’area, Viola s’accartoccia e para.

8’ Errore di Cosenza che controlla male un pallone sulla linea laterale, sbilanciandosi e favorendo il recupero di Gammone che gli soffia la sfera e s’invola verso l’area del Lecce, conclusione debole controllata da Bleve.

10’ GOL LECCE. Pacilli chiude di fatto la contesa con il primo gol da calciatore del Lecce. Palla ricevuta sulla destra, conversione perfetta al centro e tiro in buca d’angolo, non fortissimo, che beffa Viola, impossibilitato a raggiungere il pallone forse anche a causa di un tuffo tardivo.

17’ Cross di Torromino che taglia l’area per Pacilli, piatto di controbalzo sventato da Viola in tuffo.

18’ Gran botta da fuori di Cittadino, Bleve disinnesca il pericolo distendendosi alla propria destra e smanacciando il pallone.

30’ Demontis ci prova con un diagonale da fuori, Bleve s’allunga e devia in calcio d’angolo.

33’ Pompilio va vicino al gol con un tiro da lontano che sfiora la traversa.

39’ GOL MELFI. Pompilio trova il corridoio giusto per Foggia che, dopo esser sfuggito a Drudi, anticipa Bleve e con un tocco morbido deposita in rete.

45’ RIGORE PARATO! Prodigioso Bleve. Da un cross partito dall’out destro, la palla colpisce il braccio di Cosenza. Per l’arbitro ci sono gli estremi del calcio di rigore. Pompilio si presenta dal dischetto ma Bleve vola sulla sinistra e con la punta delle dita manda sulla traversa.

48′ Finisce il match: 1-3

Il tabellino

Melfi-Lecce 1-3

Melfi (4-1-3-2):  12 Viola; 4 Grea, 5 Laezza, 6 De Giosa, 2 Bruno; 8 Fazio; 10 Cittadino, 24 Gammone (23’ st 26 Demontis), 17 Esposito; 92 De Vena (16’ st 9 Foggia), 25 Defendi (1’ st 11 Pompilio). A disposizione: 22 Sciretta, 23 Ferrante 14 Dejori, 7 Lodesani, 13 Libutti, 15 Martino, 20 Di Vicino, 3 Nicolao, 21 Ferraro. Allenatore Nicola Romaniello

Lecce (4-3-3): 1 Bleve; 2 Vitofrancesco, 5 Cosenza, 14 Giosa (22’ st 16 Drudi), 3 Contessa; 10 Lepore, 6 Arrigoni, 4 Mancosu (19’ st 20 Maimone); 11 Pacilli (37’ st 23 Ciancio), 18 Caturano, 7 Torromino. A disposizione: 12 Chironi, 22 Gomis, 8 Monaco, 9 Vutov, 13 Tsonev, 17 Capristo, 19 Vinetot, 21 Fiordilino, 23 Ciancio, 25 Persano. Allenatore Pasquale Padalino

Marcatori: 29’ pt, 31’ pt Caturano (L), 10’ st Pacilli (L), 39’ st Foggia (M)

Ammoniti: 43’pt Esposito (M), 28’st Lepore (L), 30’st Pacilli (L)

Arbitro: Camplone di Pescara (Spiniello-Lombardi)
Note: pomeriggio nuvoloso, temperatura 19°C, terreno pesante. Spettatori 1600 (600 ospiti circa). Calci d’angolo 6-5

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.