Tempo di lettura: 5 minuti

Formazione Lecce in Tim Cup AltovicentinoLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Pagelle sorridenti per i padroni di casa dopo la gara Lecce-Altovicentino, primo turno eliminatorio di Tim Cup, che ha visto i giallorossi superare la formazione ospite grazie alle reti messe a segno da due dei tanti volti nuovi presenti in campo: Vutov e Mancosu. Il Lecce è apparso ancora ed inevitabilmente un po’ imballato, ma ha mostrato qualche interessante trama tattica che lascia ben sperare per il futuro. Nonostante l’aver giocato il 30 di luglio in una serata con un notevole tasso d’umidità e su un terreno in pessime condizioni, Lepore e compagni hanno dato il massimo per regalare ai propri tifosi la prima di una (si spera…) lunga serie di soddisfazioni. Buono l’esordio di Pacilli che ha ben impressionato, come pure hanno strappato applausi Giosa, Arrigoni e Vutov. Da migliorare è ovviamente l’intesa tra alcuni elementi, mentre da rivedere è stato il portiere Gomis non sempre impeccabile.

22 GOMIS: Gioca da titolare ma, dopo un buon avvio in cui mostra una certa disinvoltura con il pallone tra i piedi, alla lunga inizia a palesare alcuni limiti che potevano costare cari al Lecce in una fase delicata della partita. In ritardo sulla conclusione di Trinchieri che lo beffa nel finale. VOTO: 5

2 VITOFRANCESCO: Non fa sfracelli schierato sulla destra del reparto arretrato leccese, ma si disimpegna bene in alcuni frangenti dimostrandosi tatticamente ordinato ed andando anche alla conclusione che poteva regalargli la gioia del primo gol in maglia giallorossa. VOTO: 6.5

14 GIOSA: In coppia con Cosenza sembra garantire a lungo tenuta e imperforabilità alla porta difesa da Gomis. Salva alla disperata dapprima un’occasione da rete e poi d’astuzia evita scaltramente un gol al diretto avversario in un’azione in cui poteva starci il calcio di rigore. In generale si dimostra pedina interessante e di sicuro rendimento. VOTO: 6.5

5 COSENZA: Ancora legnoso per via dei carichi di lavoro che ha accumulato nelle gambe riesce a controllare senza troppi affanni le sporadiche incursioni dei veneti e garantisce coesione alla linea di difesa a 4 voluta da Padalino. VOTO: 6

23 CIANCIO: Primo tempo quasi anonimo, poi nella ripresa si mette in mostra con alcune discese lungo l’out sinistro, fallisce di testa una marcatura a porta praticamente vuota, ma ha soprattutto la pecca di non chiudere sulla sua area di competenza in occasione della rete ospite che riapte i giochi. VOTO: 5.5

6 ARRIGONI: Inizia bene la sua prima gara davanti ai suoi nuovi tifosi e fa vedere di essere quel metronomo tanto a lungo invocato e mancato al Lecce nel recente passato. Smista con tocchi sapienti la sfera per i compagni ma poi cala vistosamente pur senza andare mai realmente in sofferenza. VOTO: 6

Marco Mancosu
Marco Mancosu

4 MANCOSU: Un po’ spaesato in avvio di match in cui stenta a trovare spazi e tempi per le sue giocate. Rispetto ad altri suoi colleghi, però, va in crescendo e si fa apprezzare per diverse incursioni in area avversaria, colpisce una traversa su punizione e poi sigla il gol del momentaneo 2-0 che chiude virtualmente la contesa. VOTO: 6.5

10 LEPORE: La nuova posizione che Padalino gli ha ritagliato non ne esalta, almeno per ora, le caratteristiche che lo hanno reso il beniamino dei tifosi giallorossi. Gioca la prima partita vera con la fascia da capitano al braccio e ci mette tutto l’impegno del mondo, ma le gambe girano ancora a ritmo ridotto. VOTO: 6 —> (dal 26′ st) 21 FIORDILINO: Poco il tempo a sua disposizione per farsi notare. Tocca pochi palloni e aiuta la squadra a controllare il vantaggio. VOTO: S.V.

9 VUTOV: Davvero un bell’esordio per il classe ’96 che strappa applausi e consensi per alcune giocate che lasciano chiaramente intendere i  numeri di cui è capace. Non accusa la minima emozione all’esordio da titolare al “Via del Mare” e si concede il lusso di finire sul taccuino quale primo autore di un gol ufficiale della nuova stagione tra le fila del Lecce. VOTO: 7 —> (dal 19′ st) 24 DOUMBIA: Al suo ingresso in campo si sentono non pochi fischi piovere addosso al franco-maliano che vorrebbe cambiar aria dopo le ultime stagione in cui non è riuscito a mettere del tutto in mostra le sue potenzialità. Parte della tifoseria salentina non perdona quell’«oltraggio» e lo ricambia con sonore manifestazioni di disappunto. Ad ogni modo, lui non si scompone e gioca come se avesse i tappi nelle orecchie mettendo in difficoltà la difesa ospite con un paio di discese. Sfiora pure il gol personale nell’azione che porta al raddoppio leccese di Mancosu. VOTO: 6.5

Caturano con Altovicentino18 CATURANO: Il bomber si vede negare la gioia di andare subito in gol alla prima in casa per una segnalazione dell’assistente dell’arbitro che cancella la rete messa a segno a metà del primo tempo. Si muove tanto e prova a mettere in imbarazzo la retroguardia dell’Altovicentino dimostrando di poter essere lui il bomber che possa far dimenticare ai supporters giallorossi “il Bomber” per anotonomasia, ossia Moscardelli passato all’Arezzo. Lui vola basso, coglie due pali e lavora per migliorare l’intesa con i compagni di reparto. Bene così. VOTO: 6.5 –> (dal 41′ st) 25 PERSANO: Pochi minuti per il baby giallorosso che ha comunque sui piedi allo scadere del recupero la palla per triplicare le marcature, ma la sua conclusione è debole e centrale. VOTO: S.V.

11 PACILLI: Tanto dinamismo e molta intraprendenza per l’ex Cremonese che si merita il titolo di migliore in campo per larghi tratti. Le sue accelerazioni, il suo puntare la porta e l’avversario ne hanno fatto una bella sorpresa per chi non ne conosceva le caratteristiche tecniche. Se manterrà un simile atteggiamento e rendimento sarà di certo uno dei colpi migliori messi a segno dal Ds Meluso al calciomercato. VOTO: 7

All. DI CORCIA (Padalino squalificato): Impassibile in panchina, segue attentamente tutte le fasi di gioco non disdegnando consigli e richiami per i suoi ragazzi. Finché la squalifica di mister Padalino non sarà acqua passata spetterà a lui dirigere la truppa giallorossa secondo i dettami impartiti dall’ex tecnico del Matera. VOTO: 6.5

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.