Tempo di lettura: 2 minuti

U.S. Lecce stemma bandieraLECCE – La notizia ha del clamoroso: l’imprenditrice brianzola Manuela Ferrari non sarebbe più disposta ad entrare nell’U.S. Lecce. Nonostante un accordo preliminare firmato nelle scorse settimane e l’impegno a versare nelle casse della società giallorossa circa 1,5 milioni di euro, la “misteriosa” signora si sarebbe defilata perchè scontenta delle scelte assunte dalla dirigenza salentina che ha puntato dritta su Mauro Meluso quale nuovo diesse del club, con la conseguente scelta di Pasquale Padalino per il ruolo di allenatore.

Decisioni grazie alle quali il consulente tecnico portato a Lecce dalla Ferrari, ossia Dario Bonetti, non avrebbe potuto avere il ruolo di ben altro spessore e rilievo che lei ed il suo entourage immaginavano. Da qui sarebbe nata l’idea dell’opzione numero due: vale a dire non accontentarsi più del 30%, ma provare il tentativo di scalata al pacchetto di maggioranza dell’U.S. Lecce, cercando di acquisire il 51% delle azioni e, quindi, la posizione predominante in seno alla società giallorossa. Ma neppure questa strada è percorribile per la cordata leccese che non intende cedere il timone del Lecce a “forestieri”. Parti distanti, dunque, e accordo che appare così irraggiungibile per poter brindare alleventuale ingresso della manager lombarda nel CdA del sodalizio di Piazza Mazzini. Ad ogni modo, commenti ufficiali non se ne registrano e tutto resta assai fumoso e incerto.

Meluso SticchiUn imprevisto non di poco conto, tuttavia, per il gruppo dirigenziale che deve fare i conti con un bilancio deficitario per stessa ammissione del presidente onorario Saverio Sticchi Damiani. L’arrivo di Manuela Ferrari, infatti, garantiva liquidità per affrontare la prossima stagione con qualche assillo in meno, ma non è detto che il corteggiamento iniziato a gennaio ed il lungo iter per entrare nella faiglia del Lecce calcio sia tramontato per sempre. Di certo, si registrano voci che vorrebbero i fondi della Ferrari destinati in Romania, allo Steaua Bucarest. Una nazione che Bonetti conosce già per averci già allenato. E appare assai sibillino un post pubblicato pochi giorni fa su una pagina facebook dell’ex calciatore di Roma e Juventus, che non si capisce bene a chi o cosa alluda, ma che vi riportiamo integralmente:

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.