Tempo di lettura: 2 minuti

logo Foggia nuovoFOGGIA – La delusione per la mancata promozione in Serie B ha scatenato reazioni rabbiose in quel di Foggia. Dopo l’invasione di campo allo “Zaccheria“, i tifosi rossoneri hanno identificato nel portiere Antonio Narciso il principale colpevole della mancata promozione, sopratutto per i due errori nel match d’andata con il Pisa, in occasione del 2-0 di Varela e, soprattutto, nel rigore provocato per il 4-2 finale. La risposta dei compagni però non si è fatta attendere: in mattinata il centrale Tommaso Coletti ha pubblicato una lettera, a nome di tutti i compagni, per difendere l’estremo difensore rossonero. 

“Ci rivolgiamo a tutti i tifosi del Foggia, sia quelli dei club sia quelli dei club, sia tutti quei tifosi innamorati di questi colori. Vi parliamo con il cuore in gola affranti per non essere riusciti a raggiungere quel sogno coltivato da tempo, ma fieri e orgogliosi del modo in in cui lo abbiamo inseguito… tutti insieme. Siamo tanto dispiaciuti anche di come si stia affrontando il ‘dopo’ nei confronti di un nostro compagno e fratello Antonio Narciso. Un uomo che è stato pioniere di questo progetto dando sempre tutto se stesso in ogni singolo allenamento e partecipando attivamente alla costruzione di tutto quello che abbiamo vissuto in questo ultimo anno.Un esempio per tutti noi. Vi chiediamo con il cuore di non dimenticare il grande uomo che è, cercando di capire che offendere Narciso equivale a offendere tutto quello in cui abbiamo creduto finora, offendere tutto quello che siamo. Non dimenticando che proprio in questo giorno si sta operando alla spalla, dopo aver rischiato di peggiorare l’infortunio per essere stato dei nostri, non pensando alla sua salute ma alla realizzazione del nostro sogno. Fermamente convinti che anche nelle avversità bisogna rimanere uniti come una famiglia, vi invitiamo ad abbracciarci tutti insieme anche dopo questa sconfitta e ad unirvi a noi nel fargli l’in bocca al lupo per questa operazione. Un saluto caloroso”.

Intanto, i disordini nella finale play-off di Lega Pro hanno lasciato strascichi pesanti in casa Foggia per mano del Giudice sportivo. I Satanelli, puniti con 15.000 euro di multa, dovranno giocare 5 partite a porte chiuse nella stagione 2016/17. Per De Zerbi, espulso insieme a Gattuso, 2 turni di stop

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.