Tempo di lettura: 2 minuti
Matteo Montinaro
Matteo Montinaro

NARDÒ- Rimanere concentrati fino alla fine per continuare a coltivare il sogno Lega Pro. Il Nardò non vuole gettare la spugna dopo il passo falso di domenica, tenendo ben salda la presa sull’alta classifica del girone H di Serie D anche per conquistare il miglior piazzamento nella griglia play-off. Matteo Montinaro, nel ricordare i rimpianti per la sconfitta con il Marcianise, dimostra la sua carica: “C’è rammarico. Non volevamo questa sconfitta in questo momento, eravamo primi a pari punti dalla Virtus –afferma Montinaro- e ci tenevamo a rimanere in testa. Sapevamo che era una gara molto rischiosa in casa del Marcianise e così si è dimostrata. Abbiamo avuto difficoltà a cogliere occasioni da rete in quanto gli avversari erano tutti chiusi nella loro metà campo con undici uomini dietro la palla, pensavano più a difendere che ad attaccare. Per noi era difficile trovare spazi e creare occasioni da rete, poi è arrivato quel contropiede ed abbiamo addirittura perso la partita”.

Alla ripresa degli allenamenti il morale è comunque alto secondo Montinaro: “Dopo tanti risultati positivi non può essere una sola sconfitta a tirarci giù di morale. Siamo pronti a ripartire con una vittoria già da domenica, cercheremo di vincere queste ultime quattro partite e vedremo le altre che faranno. Come è capitato a noi, -continua l’ex Padova- anche le altre potranno scivolare. È ancora tutto aperto. Pensiero ai play-off? No, siamo ben concentrati su questi quattro incroci finali, poi vedremo cosa succederà…”.

Questa volata al vertice, vissuta da protagonista di un gruppo che non conosce più la distinzione tra under e senior, sta dando tanto al classe 1996 alla seconda stagione a Nardò: “Questo campionato mi sta facendo crescere tanto. Siamo partiti con una squadra normale, non per vincere, e poi ci siamo ritrovati lì in alto a poche giornate dalla fine. Per tutti è un grande traguardo ed una grande emozione, -ricorda il 19enne- stiamo lottando per la vittoria con Virtus Francavilla e Taranto, squadre attrezzatissime. Io cerco di fare sempre il massimo, dimostrando tutto in campo. Sono contento del contributo che riesco a dare alla squadra. Il futuro? In questo momento la prima cosa che mi viene in mente è un campionato di Lega Pro con il Nardò, qualcosa di bellissimo. Io sono del Lecce, ci sarebbero in caso dei piccoli accorgimenti da vedere. In ogni caso, -conclude- quello della maglia giallorossa rimane sempre il sogno di ogni ragazzo salentino”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.