Tempo di lettura: 1 minuto

Giuseppe AbruzzeseLECCE – L’amarezza per la doppia occasione sprecata tra le mura amiche è ancora tanta e la si ritrova nelle parole del difensore del Lecce, Giuseppe Abruzzese che ha analizzato oggi pomeriggio in conferenza stampa il momento della squadra giallorossa: “Dispiace per come sono andate queste ultime due partite. Dovevamo vincere, ma abbiamo conquistato solo un punto. Col Matera potevamo pareggiare, mentre con l’Akragas pur costruendo molte occasioni e facendo un grosso possesso palla ci è però mancato il gol ed abbiamo sofferto i postumi della sconfitta con i lucani”.

Il futuro resta aperto a tutte le opzioni, anche dopo il pareggio tra Cosenza e Benevento: “Restano 4 i punti di distacco dalla prima posizione, ma noi dobbiamo concentrarci solo su noi stessi. Le possibilità restano inalterate, ma primo posto o play-off io sono ottimista perché non molliamo mai”.

L’ex difensore del Crotone poi aggiunge: “Non credo che la squadra abbia accusato un calo fisico. Abbiamo sì commesso degli errori e c’è amarezza per come si sono messe ora le cose, ma contro di noi ho visto avversari mai tranquilli che ci affrontano per fare sempre il proprio meglio. Noi dobbiamo pensare a noi stessi ed essere più bravi degli altri, avere sempre un buon approccio. Sicuramente abbiamo dei demeriti e c’è rammarico, ma guardiamo avanti e per noi il futuro si chiama Messina. Continuiamo a guardare giornata dopo giornata. Non serve guardare chi ci è avanti o chi ci è dietro”.

Infine, alla richiesta se far giocare le ultime tre giornate di campionato in contemporanea, Abruzzese taglia corto: “Abbiamo affrontato squadre che non ci hanno certo regalato nulla, le altre partite non le ho viste. Giochiamo al massimo delle nostre potenzialità e poi si vedrà”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.