Tempo di lettura: 4 minuti

romeo nardòNARDO’- Soffrendo, con rabbia e voglia di gettare il cuore oltre l’ostacolo, il Nardò piega il Serpentara e mantiene il passo della vetta, segnato dalle vittorie di Virtus Francavilla (sul Picerno) e Taranto (in quel di Gallipoli). A regalare la gioia odierna è il bomber Alessandro Romeo, sbloccatosi anche in casa dopo il gol di Potenza. Ragno, orfano di Cassano, stoppato da un attacco influenzale e sostituito da Zinetti, conferma il 4-3-3, schierando Romeo al centro dell’attacco, coadiuvato da Montinaro e Presicce. Vicedomini agisce sul centrodestra e Oretti ritorna nel ruolo meglio congeniale di play. Il Serpentara, rinvigorito dal riscatto nel girone di ritorno dopo l’andata vissuta sul fondo della classifica, si schiera con una veste offensiva e, in attacco, Delgado, libero di agire sul rettangolo verde, sorregge l’ariete De Iuliis, terminale del 4-4-1-1 di Foglia Manzillo, scacchiere che in fase difensiva diventa un 5-4-1.

Primo tempo- Al 6’ Oretti mette una bella palla al centro ma Romeo manca il tap-in di testa a pochi metri da Saccucci non impattando la sfera. Dopo tre minuti è ancora la punta ex Viterbese a sfiorare il gol. Corner corto per Oretti, pennellata fantastica che pesca Romeo, leggermente impreciso nel colpo di testa in diagonale a mirare l’angolo basso. I laziali si fanno vedere dalle parti di Chironi all’11’ con una punizione di Delgado dai venticinque metri calciata alta sopra la traversa. Gli ospiti dialogano meglio a centrocampo e il Toro, paradossalmente, è costretto ad arretrare il proprio baricentro per poi distendersi grazie alle discese di Presicce e Montinaro. La partita stenta a decollare, i granata faticano a trovare varchi centrali, e le occasioni arrivano solamente da calcio piazzato. Oretti, al 20’, prova a battere a rete una punizione dal vertice alto dell’area ma Saccucci blocca in sicurezza. Il Nardò abbozza un assedio nei cinque minuti successivi e al 24’, sugli sviluppi di un altro corner corto, Vicedomini, con una gran staffilata dal limite dell’area, sfiora il vantaggio facendo la barba al palo. Gli uomini di Ragno faticano a conquistare l’area avversaria a causa della forza della formazione ospite, ottima nelle chiusure. Ancora Vicedomini, al 30’, tenta l’eurogol con destro al volo su cross di Montinaro che termina fuori dallo specchio della porta. Il Nardò divora il vantaggio al 34’. Break sulla destra di Presicce, palla al centro per Montinaro che fallisce la rovesciata, il pallone perviene a Rescio che, all’altezza dell’area piccola, cincischia e strozza il sinistro a pochi passi da Saccucci. Passa un giro di lancette e Oretti, a seguito di una prolungata percussione nell’area del Serpentara, mira all’incrocio e scaglia un fendente che finisce a lato. Il dominio territoriale del Nardò porta alla superiorità numerica. Imbucata centrale per Romeo e trattenuta di Strumbo che si becca il secondo giallo. Partita da dimenticare per il fresco ex. Foglia Manzillo ridisegna i suoi con Del Duca centrale al fianco di Bellucci, perni di una difesa a quattro.

Secondo tempo- La ripresa si apre con una conclusione di Montinaro che si impenna sopra la traversa. È una gara che diventa più fisica e combattuta. Il Serpentara prova a rallentare il gioco. Il Nardò continua ad attaccare gli spazi alla ricerca del gol. Gol che arriva puntuale all’11’ quando Romeo insacca di testa, scavalcando Saccucci. Appena un minuto più tardi Oretti prova la botta, l’estremo ospitare si accartoccia e devìa. Il Serpentara accusa il colpo e prova ad attaccare con De Gado che prova a metterla in mezzo ma trova Chironi pronto. La gara si infiamma e al 15′ Rescio calcia a rimorchio con la sfera che termina alta sopra la traversa. Due minuti più tardi, Ciaramelletti prova la conclusione dal limite. Chironi risponde presente. I granata hanno il pallino del gioco e continuano a condurre il match, seppur il Serpentara non rinunci ad attaccare. Poco prima dei 40′ gli ospiti si fanno vivi dalle parti di Chironi con una punizione di De Gado che termina sul fondo. Allo scadere azione convulsa in area di rigore ospite con Romeo a cincischiare al momento della conclusione. Nel primo dei quattro minuti di recupero, Aperi taglia tutta il campo, arriva in area, mette a sedere l’avversario ma trova Suleman ad immolarsi al momento della conclusione. Un minuto più tardi, proprio Suleman è espulso per fallo da ultimo uomo su Aperi lanciato a rete. Dalla punizione seguente, Oretti fa la barba al palo. Si chiude il match con una bella vittoria seppur sofferta.

Il tabellino

Nardò – Serpentara 1-0

A.C.D. NARDÒ: Chironi, Zinetti, Mancarella, Vicedomini, Lanzolla, Allegrini (20′ s.t. Martinez Vidal), Rescio (39′ s.t. Rescio), Oretti, Romeo, Montinaro (36′ s.t. Gigante), Presicce. A disp: Liaci, Caporale, Signore, Prinari, Meleleo, Malcore. All. Ragno

SERPENTARA: Saccucci, Del Duca, Anastasio, Lustrissimi (22′ s.t. Suleman), Bellucci, Strumbo, Ventura (5′ s.t. Galeazzi), Ciaramelletti, De Iuliis, Delgado, Spaziani (22′ s.t. Menestrina). A disp: Palombo, Ilari, Cestrone, Maione, Quatrana, Sancez. All. Foglia Manzillo

AMMONITI: Romeo , Strumbo (S)

ESPULSI: Strumbo per doppia ammonizione al 36′; 45’+2′ Suleman per fallo su Aperi lanciato a rete.

MARCATORI: 11′ s.t. Romeo

RECUPERO: 2′ p.t.; 4′ s.t.

ARBITRO: Sig. Cavallina della sez di Parma coadiuvato dai sig. Garofalo e Netti rispettivamente della sez di Battipaglia e di Napoli.

NOTE: Giornata soleggiata. Terreno in buone condizioni. Porte chiuse.

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.