Tempo di lettura: 2 minuti

BragliaLECCE (di Pierpaolo Sergio) – È un Piero Braglia all’apparenza imperturbabile e sereno quello che si presenta nlla sala stampa ‘Sergio Vantaggiato’ dello stadio ”Via del Mare” per parlare della sfida tra il suo Lecce ed il Matera che mette in palio punti fondamentali nella corsa alla promozione diretta in Serie B ma che vedrà la squadra giallorossa senza alcuni titolari. Ai giornalisti che gli chiedono informazioni legate all’emergenza in difesa dove mancheranno per squalifica Cosenza ed Abruzzese risponde senza batter ciglio: “Potrei cercare di fare qualcosa di diverso per il fatto di perdere in centimetri. Ma non è detto, vedremo… Sono tranquillo perché chi prenderà il loro posto farà bene. Mi fido molto di Camisa, un uomo vero ed un gran bel calciatore e sono convinto che domani farà una grande partita. Le assenze le hanno accusate anche le altre squadre. Tocca un po’ a tutti. Freddi? Ha lavorato ancora a parte per tutta la settimana. Non so se lo convocherò. Dipende soprattutto da lui. Diciamo che è rimasto fermo più per eccesso di prudenza che per reali problemi finora…”

Parlando dell’avversario, il Matera, aggiunge: “Sappiamo che è una squadra importante, che sta facendo bene e gioca un buon calcio. Sono un gruppo di valore come noi, il Benevento o il Foggia, anzi per il modo di giocare mi ricorda proprio il Foggia nei momenti migliori. Portiamo rispetto per il nostro prossimo avversario, ma l’importante è avere la mentalità, l’atteggiamento e la cattiveria giusti, quello che ci vuole in una gara di calcio. Da quando sono arrivato io, i ragazzi hanno sempre lavorato bene in allenamento, in campo il giorno della partita; poi puoi vincere o perdere, ma i nostri giocatori continuano a dimostrare gran voglia. Dobbiamo avere l’atteggiamento giusto e la mentalità giusta, ma non inventiamo nulla; l’importante è fare un’ottima prestazione e dare seguito alle prestazioni, poi il risultato dipende da tanti fattori. Dobbiamo stare attenti più a non far fare a loro che fare noi. Sono veloci ed hanno elementi validi come Infantino, Carretta o Albadoro. Attenzione a non commettere l’errore di considerare il Matera l’ultimo scoglio (fino al faccia a faccia col Benevento) rispetto alle altre gare che avremo contro squadre virtualmente salve. Noi siamo persone per bene. Le partite ce le dobbiamo giocare e vincere sul campo pensando solo a noi stessi; solo dopo vedremo se basterà per vincerà il campionato o raggiungere risultati comunque importanti”.

squadra saluta tifosi allenamento martignanoInfine, un passaggio fondamentale sui tifosi: “Mi auguro che il pubblico esaurisca i biglietti e che la società faccia in modo che si esauriscano. Più che l’incasso contano le presenze in partite tanto importanti come quella di domani. Fa bene avere l’appoggio dei nostri tifosi e va dato loro il merito di esserci sempre stati vicini come gli ultrà giovedì in allenamento”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.