Tempo di lettura: 1 minuto

SUPERCARCERE BORGO SAN NICOLA LECCELECCE – L’U.S. Lecce ed il sociale: un impegno che la nuova dirigenza continua a tener vivo con iniziative lodevoli. L’ultima in ordine di tempo è quella organizzata stamane dai frati francescani minori del capoluogo salentino, che hanno portato il calcio professionistico all’interno del Supercarcere di Borgo San Nicola, grazie anche e soprattutto della grande passione di fra’ Paolo Quaranta da sempre tifosissmo del Lecce.

A portare un messaggio di solidarietà e vicinanza a quanti si trovano reclusi nel blocco R1 è stata una nutrita delegazione composta tra gli altri dal presidente onorario Saverio Sticchi Damiani, dal team manager Claudio Vino, dal prepartore dei portieri Luigi Sassanelli e dai calciatori giallorossi Giuseppe Abruzzese, Raffaele Alcibiade, Marco Bleve, Salvatore Caturano, Ciccio Cosenza, Gianluca Freddi, Matteo Liviero, Checco Lepore, Fabrizio Lo Sicco e Balint Vécsei. Insieme a loro c’era anche l’ex medico sociale del Lecce, il dottore Peppino Palaia.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.