Tempo di lettura: 1 minuto

Uova al Lecce ass mani aperteLECCE – Ieri pomeriggio, al termine dell’allenamento al “Via del Mare“, calciatori del Lecce hanno incontrato alcuni membri dell’Associazione “Cuore e Mani aperte verso chi soffre – Onlus“, e ricevuto in regalo i Pasqualotti, ossia le Uova di Pasqua con la cui vendita ricavare fondi da devolvere in beneficienza. Tra le attività di volontariato rientrano anche i servizi offerti dalla “Bimbulanza“, la clownterapia, il Sorrisinbus, le Case di accoglienza e tante altre attività benefiche, nell’ambito di un progetto di sensibilizzazione rivolto alla donazione del 5×1000 alla realizzazione delle iniziative di tale ente.

L’organizzazione no profit, guidata da Don Gianni Mattia, cappellano dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, ieri guidata dal vicepresidente Franco Russo, ha regalato le proprie Uova di Pasqua ai calciatori giallorossi, i quali visiteranno i numerosi ospedali del Salento all’interno dei quali l’associazione presta la propria opera.

Insieme ai clown ed ai volontari dell’associazione c’erano i piccoli a cui sono rivolte parte delle attenzioni dei volontari che hanno potuto trascorrere un pomeriggio diverso dal solito, a stretto contatto con mister Piero Braglia, capitan Romeo Papini, il bomber Davide Moscardelli, ma anche tutti gli altri giocatori del club salentino che si è dimostrato, ancora una volta, molto attento e partecipe quando si tratta di operare a scopo benefico.

Per maggiori info si può visitare il sito della stessa associzione.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.