Tempo di lettura: 2 minuti

cazzaròNARDÒ- Michele Cazzarò, tecnico del Taranto, rilegge lo 0-0 contro il Nardò a partire dalla serie di episodi seguiti all’infortunio del portiere Victor De Lucia, guaio che ha costretto gli jonici a due cambi (Giordano, portiere senior, per De Lucia e Yeboah per Siclari) per ristabilire la quota under: “Capita. Ho messo Giordano perché Pizzaleo (portiere classe 1997, ndr) non stava bene, non sono matto a portarlo in panchina. Quando siamo rimasti in dieci abbiamo lottato palla su palla. L’attacco del Nardò senza riferimenti? Non mi ha sorpreso, l’avevamo preparato durante la settimana, in undici contro undici non abbiamo avuto pericoli. In parità numerica le migliori palle le abbiamo avute noi. Il rigore? Nasce, forse, da un fuorigioco dubbio, in più, secondo me, non c’era il rigore. C’è rammarico per essere rimasti in dieci. L’espulsione di Marseglia poteva essere evitata, soprattutto il primo giallo, ma ci può stare. Non guardo la classifica”.

Il centrocampista Massimiliano Marsili evidenzia la reazione del Taranto dopo il rigore e l’espulsione: “Non era facile ma abbiamo reagito a tutti gli episodi e siamo stati bravi fino all’ultimo. Abbiamo fatto un’ottima fase difensiva. Non era facile subire un rigore e un’espulsione. In dieci col 4-3-2? Con un uomo in meno necessitava tutto un sacrificio da parte di tutti. Il pari è un ottimo risultato, anche alla luce del pareggio della Virtus. Abbiamo affrontato a viso aperto tutte e due le squadre, siamo ancora lì. Il rigore? Per me non c’era, ho visto Malcore che si decentrava, è giusto che sia andata così. Stiamo trovando la convinzione e la compattezza e lo spirito di sacrificio. Così si va avanti”.

Francesco Pambianchi, difensore tarantino, rincara la dose sul penalty: “Per me non c’era il rigore, io ero quasi dietro, però l’arbitro ha fischiato. Forse c’era anche un fuorigioco iniziale però va bene così. L’avevamo preparata così: attaccare alti per mantenere il possesso palla. Avevamo davanti una squadra forte e organizzata e giocate qui non è mai facile. Fino all’espulsione è stata equilibrata. Il calendario? Siamo favoriti con le quattro partite in casa, ma chiunque affronta il Taranto si vuole mettere in mostra”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.