Tempo di lettura: 2 minuti

difinoGALLIPOLI- L’ultimo posto non ha spento le velleità di salvezza del Gallipoli. I giallorossi di mister Germano, attesi dalla sfida casalinga con il Potenza, cercheranno una vittoria per mantenere a galla le ultime ambizioni di salvezza. Il terzino jonico Gabriele Difino ha fatto il punto della situazione in vista degli ultimi giorni antecedenti all’incontro con i rossoblù lucani.

Il difensore nativo di Noicattaro non molla la presa sull’obiettivo salvezza: “Abbiamo il dovere di crederci fino all’ultimo. – sottolinea Difino- Contro il Potenza sarà una delle partite più importanti del campionato. Andremo in campo come ventidue leoni, compatti fino all’ultimo secondo per prenderci i tre punti, che fino ad adesso ci sono mancati non perché giochiamo male e siamo inferiori agli altri, bensì perché ci sta girando tutto contro. Manca quel pizzico di fortuna in più da prendere, e ci riusciremo. I risultati – continua- , con questa mentalità che stiamo avendo, verranno. Solo credendoci fino all’ultimo come squadra potremo salvarci”.

Il terzino del Gallo non ha recriminazioni quando si parla della sconfitta di domenica a Manfredonia: “Con il Manfredonia, per me, non è mancato niente. –premette l’ex Fondi- Abbiamo fatto un’ottima partita, siamo un gran gruppo unito ma purtroppo ci gira tutto storto. Creiamo tantissimo e non segniamo e le altre squadre tirano e fanno gol. Siamo un po’ sfortunati, vogliamo uscirne fuori. Non ci meritiamo questa posizione in classifica soprattutto per i sacrifici che facciamo, tutti, dal primo all’ultimo. Non meritiamo questa classifica e sono convinto che ne usciremo fuori”.

Le assenze di Rosato e Franzese complicheranno ancor di più la missione giallorossa: “Sono due elementi fondamentali per la squadra. L’assenza di Lorenzo (Franzese, ndr) peserà molto, è un periodo d’oro per lui, fa gol ad ogni pallone toccato. Il capitano è una pedina importante che ci dà sicurezza, ma alla fine non ci buttiamo giù nonostante le assenze, ognuno metterà il massimo per fare il suo”.

Queste sono esperienze di vita che ti fanno crescere. Sono contentissimo di giocare a Gallipoli, una piazza importante con una grande storia dietro. – evidenzia il terzino- Le difficoltà ci sono in tante altre squadre italiane, però si deve andare avanti. Nella vita, purtroppo, non è tutto concesso, bisogna fare sacrifici, pedalare e migliorare ogni giorno e poi chi vivrà vedrà. Cosa mi aspetto dal finale? Sono convinto che a livello di squadra riusciremo a uscirne da questa situazione, bastano due vittorie consecutive per agganciare il treno play-out da un momento all’altro. Non ci sentiamo inferiori a nessuno, -sottolinea- ce la siamo giocata con tutti. A livello personale voglio allenarmi a mille ogni giorno per migliorarmi e seguire questo sogno che ho da bambino. La salvezza è importante anche per me, avrei più prospettive anche qui a Gallipoli. Ma le cose si realizzano solo facendo bene giorno dopo giorno”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.