Tempo di lettura: 1 minuto

bragliaISCHIA- Piero Braglia non si lascia andare a facili entusiasmi dopo lo 0-3 di Ischia: “Noi dobbiamo vincere tutte le partite se vogliamo mantenere viva l’ambizione, – ricorda Braglia – oggi siamo stati avvantaggiati dall’episodio del primo gol, poi noi abbiamo preso coraggio e la seconda rete ha tagliato le gambe all’Ischia. Sicuramente se Kanoutè avesse fatto quel gol, ad inizio secondo tempo, probabilmente avrebbe riaperto la partita“.

Il break ischitano caratterizzato dall’occasione di Kanoutè non è l’unico aspetto da rivedere: “Nella prima fase siamo stati un po’ nervosi nel gestire il pallone, – sottolinea il tecnico- Sowe nel primo tempo è stato un po’ bloccato. Non so se ha avuto qualche problema, oggi è entrato male in campo, non ha corso nemmeno, sono rimasto male anche io, visto che sabato scorso era entrato in un modo completamente diverso, mi aspettavo una partita diversa. In ogni caso– continua- alla lunga è uscita la qualità degli uomini. Mi piace che la squadra sia stata concreta, ma quello che mi interessa maggiormente è non prenderne reti, poi questi ragazzi qui un gol prima o poi lo fanno, non saremo fra i primi attacchi del campionato, ma non siamo così lontano, l’importante è che facciamo i gol che ci servono“.

L’aspetto positivo della partita è però l’approccio messo in campo: “Io avevo chiesto alla squadra di approcciarsi bene, solo che eravamo un po’ troppo nervosi, anche perché i risultati iniziano a pesare, questa è una squadra che sta inseguendo da tutto il campionato, l’importante è non farsi prendere dal nervosismo”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.