Tempo di lettura: 2 minuti
Don Attilio Mesagne
Don Attilio Mesagne

LECCE (di Daniela D’Anna) – È iniziato bene l’Anno della Misericordia. La parola d’ordine per questo 2016 è solidarietà pura, almeno a giudicare da quelle che sono le novità che per l’anno in corso offre la Caritas Diocesana. Così afferma il Direttore, don Attilio Mesagne: “Quando lo scorso 13 dicembre abbiamo attraversato la Porta Santa della nostra Cattedrale, aperta dal nostro Pastore, Mons. Domenico D’Ambrosio noi, come Chiesa di Lecce, abbiamo simbolicamente e concretamente unito la nostra Comunità diocesana al cammino già intrapreso pochi giorni prima, l’8 dicembre, dalla Chiesa Universale, per ricordare i cinquant’anni dalla conclusione del Concilio Ecumenico Vaticano II ed aprirci ad una ‘fantasia della misericordia’, capace di indirizzarci verso atti concreti, quali occasioni estremamente significative di un Anno Santo, momento straordinario di grazia e di rinnovamento spirituale”.

In sostanza, per rispondere agli appelli del Papa, si è dato corpo a due “Opere-segno” di misericordia incarnata nel quotidiano il “Fondo Famiglia” ed il “Servizio Gerico”. Come ama definirli lo stesso don Attilio, i protagonisti di tutto ciò, i poveri, sono i privilegiati della misericordia divina e per essi, aggiunge, è stato predisposto questo piano di intervento che tenesse conto dei bisogni variegati di queste persone che non hanno voce, per così dire, che arrivi a chi di competenza.

Casa-caritàA supporto di tali servizi, la Caritas Diocesana leccese ha attivato uno Sportello Assistenza per la ricezione ed il coordinamento delle richieste, la Segreteria, in Corte Gaetano Stella, 14 di Lecce, attiva dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00, oltre all’assistenza linguistica in arabo, curdo, dari, farsi, francese, inglese, spagnolo, pashtu, polacco, russo, swahili, urdu ed infine un collegamento Skype con i mediatori linguistici durante le ore di segreteria.

“Tanti sono in cammino ‘da Gerusalemme a Gerico’, un percorso tortuoso, di dislivelli sociali, privo di certezze economiche, di stabilità e di veri orientamenti. Il Fondo Famiglia si propone di venire incontro alle famiglie che si ritrovano in condizioni di estremo bisogno, per i motivi più vari (disoccupazione, sfratto, persecuzioni, ingiustizie) fornendo un aiuto concreto, che possa incoraggiarle e accompagnarle lungo un percorso che restituisca loro dignità, fiducia e speranza. Il Servizio Gerico nasce dall’esperienza che la Caritas Diocesana di Lecce ha maturato nel campo dell’accoglienza, soprattutto negli ultimi tre anni con la Casa della Carità. Si rivolge a persone indigenti senza fissa dimora, che nel Salento aumentano anche a motivo della sua posizione geografica. Assicura una ‘Dimissione Ospedaliera Protetta’ (D.O.P.), garantendo un posto letto all’interno della Casa della Carità a tutti coloro che, in seguito ad un ricovero ospedaliero, presentano condizioni temporanee di non autosufficienza e necessitano di un periodo di convalescenza”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.