Tempo di lettura: 1 minuto

Lombardi CasertanaLECCE – Il Giudice Sportivo della Lega Pro, il notaio Pasquale Marino, ha emesso le sue decisioni dopo le gare dello scorso turno. In particolare, c’era grossa attesa per capire in che misura sarebbe stata sanzionata la Casertana dopo l’ingresso in campo del patron Giovanni Lombardi durante il match casalingo contro il Cosenza (0-1), cercando di ritirare la squadra. Un atteggiamento minaccioso verso l’arbitro della gara che è poi continuato anche negli spogliatoi, salvo fare ammenda l’indomani e mente più fredda. Il club campano è stato multato di 10.000 euro con la seguente motivazione: “perchè persona non presente in distinta entrava indebitamente sul terreno di gioco, a gara in corso, avvicinava l’arbitro rivolgendogli reiterate frasi offensive e minacciose; allontanato, grazie all’intervento di tesserati, uscendo dal campo reiterava più volte il comportamento offensivo, tale evento comportava ritardo nella ripresa del gioco; il medesimo soggetto si introduceva indebitamente negli spogliatoi dopo la gara ed avvicinato l’osservatore arbitrale reiterava allo stesso le minacce già rivolte all’arbitro (ammenda con diffida, art. 18 comma c) C.G.S.)”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.