Tempo di lettura: 1 minuto

Stefano al cellulareTrincheraLECCE – Anche il direttore sportivo Stefano Trinchera ha commentato l’entusiasmante vittoria sul Foggia: “I ragazzi sono stati encomiabili e il mister ha dato dimostrazione di una grande capacità di leggere gli avversari. Era una partita importantissima per il proseguo del campionato, con un pubblico così non potevamo sbagliare assolutamente. Nel mettere Alcibiade Braglia ha avuto coraggio. È un ragazzo bravissimo dal punto di vista umano e tecnico. Non cambia niente di quello che avevamo programmato. Questa vittoria ci dà convinzione delle nostre potenzialità ma nulla più. Abbiamo fatto la partita perfetta e i ragazzi meritano questa vetrina. La squalifica? Avevo messo in conto di essere squalificato. L’assistente ci diceva sempre di stare seduti ma non faceva lo stesso con l’altra panchina. Meglio la squalifica a me che ad un giocatore. Non abbiamo perso tempo, poteva durare anche di più. Era una partita difficile ma abbiamo fatto una grande prestazione con un grande pubblico. Curiale non lo scopro certo io. Quest’anno è partito in sordina ma ha dimostrato di essere un giocatore importantissimo di altra categoria. Alcibiade ha giocato in maniera disinvolta e con personalità. Bisogna guardare avanti perché il percorso è ancora lunga. Monopoli-Benevento? Sarei un ipocrita a dire che non guardiamo la partita ma voglio pensare a noi. Monopoli non è un campo facile, il Benevento può anche vincere ma non sarà facile. Non potevo immaginare di ritrovarmi in lega pro e arrivarci a Lecce che è la mia casa è una cosa che non si può raccontare, ma il percorso è ancora lungo”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.