Tempo di lettura: 1 minuto

Tifosi MateraMATERA – Un coriaceo Matera stoppa la cavalcata della capolista Casertana che allo stadio “XX Settembre viene sconfitta per 2-1 dai lucani, grazie alle reti del bomber Infantino su calcio di rigore e di Tomi (un ex Lecce…) ad avvio di ripresa, su calcio di punizione deviato dalla barriera. I campani erano passati in vantaggio inopinatamente con Mancosu nel momento migliore dei padroni di casa che non si sono scomposti e, pur lamentando un paio di decisioni più che discutibili del direttore di gara, hanno avuto la forza e la freddezza per ribaltare le sorti dell’incontro.

Spettatore più che interessato del match è stato soprattutto il Lecce che, com’è noto, in settimana era stato al centro della vicenda del reclamo presentato dai “falchetti” e che ha portato alla non omologazione del pareggio tra rossoblù e giallorossi. La frenata della formazione di mister Romaniello consente alle dirette concorrenti alla promozione diretta in Serie B di farsi sotto alla Casertana e di accorciare ulteriormente le distanze in vetta alla classifica.

Dopo la 21^ giornata, il girone C della Lega Pro vede infatti il Foggia guidare il raggruppamento meridionale, col club del presidente Corvino ed il Benevento appaiati sul secondo gradino del podio, seguiti dal Lecce. Tutte le reginette del campionato hanno insomma rosicchiato 2 punti importantissimi che hanno risucchiato i casertani nella bagarre.

La classifica, lì in vetta, da stasera recita: Foggia 40, Casertana e Benevento 39, Lecce 38, Cosenza 37.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.