Tempo di lettura: 3 minuti

Pagelle (2)CASERTA (di Pierpaolo Sergio) – Le pagelle di Casertana-Lecce vedono brillare tra le fila dei salentini la stella di Juan Surraco che toglie le castagne dal fuoco a Piero Braglia e regala ai giallorossi il gol del pareggio contro la capolista di mister Romaniello. Allo stadio “Pinto il big match si chiude con un punto per parte che fa certamente più morale per i campani; il Lecce che pur allunga la scia di risultati utili a 10 turni, non brinda al tanto invocato exploit ed in classifica i distacchi restano immutati dalla vetta dopo la terza giornata di ritorno.

  1. PERUCCHINI: Non è chiamato praticamente mai in causa dalla Casertana che lo trafigge nell’unica vera occasione da rete. Nell’episodio non ha colpe da farsi perdonare. VOTO: 6
  2. FREDDI: Serata arruffona e le gatte da pelare non mancano nè a lui, nè ai compagni di reparto messi spesso e volentieri in difficoltà soprattutto nel primo tempo in cui dalle sue parti Jefferson s’incunea a proprio piacimento, come nell’azione del vantaggio. Si riprende nelle seconda frazione ma la frittata era già stata fatta. VOTO: 5
  3. LEGITTIMO: Serata di grande impegno e sofferenza per il cursore sinistro giallorosso che si lascia preferire in fase offensiva dove spinge con continuità e generosità, salvo innescare un contropiede mortifero di Marano che poteva costare il raddoppio dei “falchetti”. VOTO: 5.5
  4. PAPINI: Combatte in mezzo al campo tentando di arginare le manovre dei padroni di casa apparsi più freschi ed in gamba soprattutto nei primi 45 minuti. Nella ripresa alza il baricentro e prova a far girare di più e meglio la palla. VOTO: 6
  5. ABRUZZESE: In colpevole ritardo sulla copertura di De Angelis nell’occasione del vantaggio campano. Pian piano prende le misure agli avanti casertani e non concede più granché. VOTO: 6-
  6. COSENZA: Una delle gare in cui il difensore è apparso maggiormente in difficoltà. Jefferson lo manda fuori giri ogni volta che preme sull’acceleratore e lui non è capace di arginare le manovre d’attacco degli avanti rossoblù anche per colpa di Freddi che lo lascia inspiegabilmente solo e scoperto nel primo tempo. VOTO: 5
  7. LEPORE: Partita in crescendo per il centrocampista leccese che spinge come un forsennato lungo la fascia destra ma non sempre con la necessaria lucidità. Ci mette tanto agonismo lì dove la grinta e impegno non bastano. VOTO: 6
  8. SALVI: Non risparmia corse a perdiafiato su tutti i portatori di palla campani nel tentativo di spegnere sul nascere le minacce portate alla difesa giallorossa. A volte gli va bene, altre gira un po’ a vuoto, ma la maglia la suda eccome. VOTO: 6
  9. MOSCARDELLI: Non ripete la bella prova di sette giorni fa e si segnala solo per la difesa della sfera su cross di Doumbia nell’azione del pareggio di Surraco. Esce sfinito e un tantino frustrato per un gol che tarda ancora a ritrovare. VOTO: 5.5 ——— CATURANO: S.V.
  10. SURRACO: Santo subito. Segna al “Pinto” dopo esser finito sul tabellino alla voce “marcatori” anche nella gara d’andata e regala alla sua squadra un punto che almeno lascia immutate le distanze in classifica. VOTO: 6.5 ——— LO SICCO: S.V.
  11. DOUMBIA: Tra i migliori in assoluto del Lecce. Tanta corsa e cross al centro non sfruttati a dovere dai comapgni di reparto. Ci mette lo zampino sul pareggio scodellando in area un pallone che il “Mosca” protegge e Surraco trasforma in rete. VOTO: 6.5 ——— SOWE: S.V.

All. BRAGLIA: Mezzo passa indietro questo Lecce lo fa rispetto alla bella e convincente prova di una settimana addietro con la Juve Stabia. La Casertana legittima la sua leadership con un primo tempo in cui crea non pochi imbarazzi alla formazione ospite, ma poi cala nella ripresa ed offre il fianco agli avversari. È però proprio in quel frangente che la squadra giallorossa non dà segnali di saper essere cinica e puntare al bottino pieno, con una Casertana ormai sulle gambe ed incapace di pungere. Ne viene fuori un pareggio che porta a 10 le gare utili consecutive, ma è un peccato non riuscire a regalare una gioia in trasferta soprattutto ai propri sostenitori mortificati dal divieto di andare a tifare al “Pinto“… VOTO: 6

Commenti
Articolo precedenteLA CRONACA- Casertana-Lecce 1-1
Articolo successivoPOST MATCH- Ecco il Braglia-pensiero
Dal 1995 nelle redazioni televisive (Tele C 10, TV10, TopVideo, Canale 8, VideoSalento, TeleSalento e L'A TV) con conduzione di trasmissioni sportive, culturali, di telegiornali (Studio10News, 10News, Tg8, VS Notizie) e trasmissioni sportive (Fuoricampo, Bomber, Replay, Leccezionale TV), politiche (elezioni e referendum), sociali (Telethon ’97); programmi d'approfondimento e commenti d’eventi sportivi. Nella carta stampata: Il Corriere del Mezzogiorno, LecceSera, Il Paese Nuovo, Espresso Sud, Città Magazine, Fuorigioco, L'Ora del Salento, Il GialloRosso. Dal 1999 al 2001 redattore di leccesette.it Nel biennio 2002-2003 redattore de legiraffe.it Dal 2006 al 2009 direttore responsabile de “Il Picchio Magazine” Dal 2006 direttore responsabile del periodico sportivo “Il GialloRosso” edito dal Lecce Club Centro di Coordinamento; Dal 2006 al 2010 corrispondente dal “Via del Mare” di Lecce per Italia 7 Gold per “Diretta Stadio - Ed è subito goal!” Dal 2012 opinionista de “Palla prigioniera” su corrieresalentino.it e dal 2016 de "Cuore Giallorosso 1908" su salentotelevision.it Dal 2012 addetto stampa delle associazioni “Noi Lecce” e "Passione Lecce" Dal 2013 direttore responsabile de leccezionale.it e conduttore di "Leccezionale TV"

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.