Tempo di lettura: 2 minuti
Alberto Frigerio (foto M.Coribello)
Alberto Frigerio (foto M.Coribello)

GALLIPOLI- Il portiere del Gallipoli Alberto Frigerio ha commentato il passo falso di domenica contro la Turris. La sconfitta è però arrivata dopo una prestazione inizialmente confortante. Il vantaggio gallipolino siglato da Alassani è stato però soltanto un’illusione perché nel secondo tempo i corallini hanno ribaltato la situazione conquistando i tre punti. L’estremo difensore lombardo è contento solo parzialmente, visto il bottino vuoto che la formazione di Germano ha colto: “Domenica è stata la nostra migliore partita fuori casa da quando sono qui, – afferma Frigerio – nel primo tempo abbiamo giocato solo noi, loro hanno fatto soltanto un paio di conclusioni ma niente di che. Nella ripresa la Turris ha azzeccato i cambi, noi siamo calati fisicamente, ciò era un po’ preventivabile data la lunga trasferta che abbiamo fatto. Ribaltare il match è stato difficile”.

Proprio la lunga trasferta, con partenza dal Salento alle 4 di domenica mattina, potrebbe aver influito sul calo fisico del Gallo: “Abbiamo fatto questo sacrificio perché ci tenevamo alla partita. Abbiamo dato veramente tutto, più di così era difficile fare. I gol che abbiamo preso sono scaturiti da piccole disattenzioni figlie anche di una non perfetta lucidità. L’azione del rigore? Vedendolo durante la partita l’avrei dato, poi riguardando le immagini secondo me è molto dubbio. L’attaccante è stato bravo a cadere. A velocità normale, in campo, s’era sentito anche il rumore delle scarpe che si toccavano però dopo, vedendolo, è probabile che si sia toccato da solo. L’episodio ha cambiato la partita, questo rigore poteva essere anche non dato”.

frigerio 1Nonostante la classifica deficitaria, quello di Frigerio nel Gallipoli è un campionato più che positivo: “Rientravo da un infortunio, mi sono rimesso in gioco qui e non mi aspettavo di riprendere così ad alti ritmi. Sono sceso al Sud, ho fatto questa sfida in un campionato dove non mi conoscevano e penso che dopo venti partite il mio nome stia girando in tante piazze a seguito del mio buon campionato”.

E sulle probabilità di salvezza l’ex Como chiosa: “La classifica è difficile, secondo me se si fa risultato domenica si torna in piena corsa per i play-out. Di certo servono due-tre risultati utili, in casa si deve vincere e fuori causa bisogna portare via più punti possibili”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.