Tempo di lettura: 1 minuto
Checco Lepore
Checco Lepore

LECCE- Nella settimana che porta alla prima giornata del girone di ritorno è Checco Lepore a suonare la carica in vista della partita del “Degli Ulivi” di Andria, match dove il Lecce vorrà sicuramente vendicare l’onta della sconfitta per 1-3 patita nel debutto stagionale. Prima di pensare alla prossima, però, il ragazzo delle ex Case Magno rilegge il pareggio contro la Lupa Castelli Romani: “A Rieti siamo entrati in campo con il piglio sbagliato, è stato un errore mentale. Anche alla fine della partita, parlando tra di noi, ci siamo detti di aver sbagliato l’approccio. Secondo me tutti i discorsi sui moduli sono relativi, quello che conta è l’aspetto mentale, poi durante la partita ci siamo fossilizzati troppo sulle palle lunghe per i nostri attaccanti, anche e l’abbiamo fatto in considerazione delle pessime condizioni del terreno di gioco. Tra il primo e il secondo tempo ci siamo guardati negli occhi, perché sapevamo di non aver fatto bene e abbiamo provato a dare quel qualcosa di più che dobbiamo mettere sempre

La concorrenza deve essere la spinta in più per il Lecce: “Nella nostra squadra nessuno ha il posto garantito. Io sono il primo a mettermi in discussione, do il massimo in ogni allenamento e, se ogni allenatore mi ha dato spazio, questo dipende dal lavoro costante che ci metto sempre”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.