Tempo di lettura: 3 minuti
ragno
Mister Nicola Ragno

NARDÒ- Alla vigilia della trasferta di Manfredonia, l’allenatore del Nardò Nicola Ragno rivela gli obiettivi inseguiti nella settimana di preparazione ad un impegno che potrebbe restituire la vittoria dopo ben sei turni di astinenza : “Si è parlato un po’ di tutto – esordisce ll tecnico granata – “della partita di domenica scorsa, di quello che si è fatto in positivo e in negativo e poi ci siamo soffermati sulla partita di domenica prossima, analizzando un po’ tutto a livello difensivo, offensivo e tattico. Il Manfredonia? Sarà affamato di punti, in casa hanno fatto parecchi gol subendone anche tanti. Li ho visti giocare un paio di volte e posso garantire che sono una squadra votata all’attacco che però concede molto. Cercheremo di far leva sulle abilità dei nostri”.

Dubbi– Ragno prova a cogliere gli aspetti positivi di questo periodo: “Questo è un momento particolare, è da vent’anni che alleno e ritengo che novembre sia un periodo particolare, difficile da gestire. Bisogna far bene, perché poi possono subentrare altri problemi: il giocatore che non lavora bene con la voglia di andar via ed altre situazioni. Noi, a livello di gioco, siamo usciti fuori. A parte i quindici minuti di Pomigliano e le partite con Serpentara e Marcianise, in casa abbiamo fatto bene. Ci aspettiamo un’altra prestazione rispetto a domenica scorsa, indipendentemente da chi gioca”. Il trainer molfettese non fuga i dubbi sulla formazione: “Martinez non si è allenato ieri e oggi, si vedrà domani mattina (oggi, ndr), vedremo che succede. Gigante ha avuto una piccola contrattura e sta recuperando La rosa si è un po’ ridotta con i tre partenti e, contando anche Lattanzio squalificato, siamo all’osso.”

Mercato– Tra le variabili che condizionano la rosa non può non esserci il mercato: “Non ho in mente l’undici, per una serie di motivi dettati dai guai di qualcuno in fase di recupero e dal discorso partenze e arrivi, da un momento all’altro può succedere qualcosa e quel qualcosa può far cambiare la formazione anche all’ultimo momento. Acquisti? Io aspetto, il mercato finirà il 17 dicembre, noi non abbiamo fatto nessun acquisto ma abbiamo in corso tante trattative, alcune difficili, alcune che si possono concretizzare. Purtroppo a dicembre non c’è un mercato vasto, le squadre si costruiscono in estate. Sappiamo il nostro obiettivo e abbiamo bisogno di gente di qualità per migliorare la nostra squadra, tutte le squadre hanno elementi così e chi li ha non vuole perderli, bisogna stare attenti a sondare sul mercato, prendendo nel momento giusto calciatori in lista di trasferimento”.

Musi lunghi?- L’ex Andria è poi chiaro sull’atteggiamento da adottare dai suoi ragazzi: “Chi deve andare via andasse via, non ho bisogno di gente con le gambe qui e la testa da un’altra parte. Nessuno è indispensabile. Io sono un professionista e finché allenerò il Nardò, fino all’ultimo giorno, darò il massimo. Io lavoro e voglio un gruppo che mi deve ascoltare. Ultimamente ho visto qualche muso lungo, ma è normale, è successo ogni anno. Posso accettare i musi lunghi, ma durante la partita bisogna dare il massimo perché si è giocatori del Nardò Calcio. Se i musi lunghi nascondono dei pensieri che vanno lontano da qui, è meglio andare da un’altra parte”.  

Eventuali acquisti– Dopo i movimenti in uscita, riguardanti Ricciardo e Strumbo, il Toro attende altri divorzi: “Siamo disposti a confermare tutti, però ci possono essere dei giocatori che decidono per vari motivi di cercare stimoli ad altre parti. Se sono giocatori capaci di darci tanto dobbiamo essere bravi a trattenerli, ma bisogna evitare di trattenerli controvoglia, un qualcosa che ti può danneggiare. Abbiamo bisogno di gente motivata, disposta a sposare il progetto. Chi viene – conclude Ragno – deve far salire il tasso qualitativo di questa squadra, deve avere entusiasmo e voglia di mettersi in discussione in una piazza importante e difficile come Nardò”.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.