Tempo di lettura: 4 minuti

tabella lec cos 1LECCE (di Italo Aromolo) – Ancora sventolano nei ricordi dei tifosi rossoblù gli ottomila bandieroni che quel giorno, 14 giugno 1992, coloravano la Curva Sud dello stadio “Via del Mare” per spingere il Cosenza Calcio verso la prima storica promozione in Serie A. E venticinque anni dopo ancora piangono, perché mai nella sua storia futura la formazione calabrese sarebbe andata così vicina a toccare il cielo della massima serie. Chiedere a “tal” Giampiero Maini il perché di un rammarico ancora così vivo in casa rossoblù. Fu infatti lui il calciatore del Lecce che, nell’ultima giornata del campionato 1991/’92, segnò il gol-vittoria su assist di Paolo Baldieri propiziando la salvezza dei padroni di casa e condannando al quinto posto i Lupi della Sila, sorpassati in classifica dalla promossa Udinese. Sulla panchina degli ospiti c’era il futuro tecnico del Lecce Edoardo Reja.

Lecce-Cosenza del campionato di Serie B 1996/’97 è un’altra di quelle partite da raccontare ai nipotini: in una fredda giornata di dicembre, davanti a quasi 10mila spettatori, il Lecce di mister Giampiero Ventura era sotto di due gol sul finire del primo tempo. I gol cosentini di Mazzoli e Miceli sembravano aver riportato sulla terra una squadra che fino ad allora viaggiava in vetta al campionato con diversi punti di vantaggio sulle pretendenti. Invece, al 48esimo minuto ecco l’ inizio della riscossa giallorossa: prima l’autogol del rossoblù Voria, poi il pareggio dell’ex eccellente Francesco Palmieri (al Cosenza due anni prima) e infine, all’ultimo minuto di gioco, il gol-vittoria di Cosimo Francioso in un’esaltazione di tifo che lasciamo facilmente immaginare.

lecce cosenza tabella precedenti 2La sfida del maggio 1999 porta l’insolita firma di Marcello Campolonghi, attaccante-meteora che esclusivamente a quella partita deve l’ingresso permanente nell’archivio dei bomber salentini. Inserito a mezz’ora dalla fine da mister Nedo Sonetti (tra gli eltri ex tecnico proprio del Cosenza), l’attaccante ex Milan cambiò le sorti del match realizzando una doppietta dal valore di platino nella corsa alla promozione in Serie A (2-0). Ma sarebbero rimasti quelli gli unici sussulti della sua esperienza leccese, terminata a giugno in modo piuttosto anonimo dopo sole 16 presenze.

Scontro impari quello della stagione 2002/’03, per certi versi predittivo della successiva golden age del calcio giallorosso e della contemporanea caduta nel calcio dilettantistico dei rossoblù. Si affrontavano da un lato il lanciatissimo Lecce di mister Delio Rossi, in cui figuravano calciatori del calibro di Chevanton, Abruzzese e Ledesma, dall’altro il Cosenza degli ex Mark Edusei e Maurizio Bedin occupante le ultimissime posizioni di classifica. Finì 0-0 dopo un lungo assedio dei padroni di casa, ma i verdetti di fine stagione non tradirono i rapporti di forza: Lecce promosso e Cosenza retrocesso e dichiarato finanziariamente fallito.

Varie vicessitudini hanno fatto sì che le due squadre si reincontrassero soltanto 11 anni dopo, nel campionato di Lega Pro Unica. Nel novembre dello scorso torneo finì 1-0 per il Lecce, vittorioso grazie ad un gol di testa di Luis Sacilotto su assist al bacio di Fabrizio Miccoli. Sulla panchina del Cosenza esordiva l’attuale tecnico Giorgio Roselli, mentre i reduci di quella gara in casa Lecce rispondono ai nomi di Davide Moscardelli, Abdou Doumbia, Checco Lepore e Giuseppe Abruzzese.

Il bilancio. Il borsino storico dei 34 precedenti tra Lecce e Cosenza sorride largamente ai giallorossi, vittoriosi in 19 occasioni al cospetto di 4 sconfitte ed 11 pareggi (48 i gol fatti, 20 quelli subiti). Più della metà delle sfide (24) ha avuto luogo in Serie C. Soltanto una volta Lecce-Cosenza è stata disputata in Coppa Italia, mentre per 8 volte è stato il campionato cadetto ad ospitare l’evento.

Curiosità: Lecce-Cosenza la più giocata di tutte. I 34 precedenti tra Lecce e Cosenza regalano al sodalizio calabrese la prima posizione nella speciale classifica degli avversari incontrati un maggior numero di volte dal Lecce, in coabitazione con il Pescara. La gara di domenica varrà dunque la vetta in solitaria e Lecce-Cosenza diventerà la sfida più frequente dei 107 anni di vita dell’U.S. Lecce. 

Calcio e storia: accadeva che… Di seguito, ecco alcuni avvenimenti storici che si sono intrecciati con il primo precedente tra Lecce e Cosenza.

Accadeva durante il primo Lecce-Cosenza  (anno 1937):

  1. Bombardamento della città di Guernica nella guerra civile spagnola.
  2. Benito Mussolini in una storica visita da Adolf Hitler.
  3. L’Italia entra a far parte del patto anti-Comintern.
  4. Walt Disney presenta il suo primo lungometraggio, Biancaneve e i sette nani.
  5. Nascevano Dustin Hoffman, Renzo Arbore, Renzo Piano e Carletto Mazzone.
  6. Morivano Antonio Gramsci, Guglielmo Marconi e Pierre de Coubertin.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.