Tempo di lettura: 1 minuto

carcere - Messa alla provaLECCE – Una convenzione che consentirà al Consorzio ASI di far svolgere presso il proprio ente lavori di pubblica utilità è stata sottoscritta oggi a Lecce tra il presidente delegato del Tribunale di Lecce, Roberto Tanisi ed il Presidente dello stesso Consorzio ASI, Angelo Tondo. In base a tale accordo, l’ASI potrà utilizzare nei propri servizi persone per le quali il giudice decide la sospensione del processo, con “messa alla prova” in lavori di pubblica utilità. Si tratta di una possibilità introdotta dalla legge per i reati meno gravi che si applica, infatti, se il reato è punito con la sola pena pecuniaria o con pena detentiva non superiore ai quattro anni.

La messa alla prova offre agli imputati ed agli indagati per i reati meno gravi la possibilità di evitare il processo, sottoscrivendo in cambio un programma di trattamento che prevede l’adempimento di una serie di prescrizioni e lo svolgimento del lavoro di pubblica utilità non retribuito.

Il presidente Tondo ha espresso la propria soddisfazione per aver contribuito a realizzare lo spirito rieducativo della legge attraverso l’impiego di questi lavoratori che potranno agevolare, in affiancamento al personale del consorzio, il recupero e la salvaguardia ambientale della Zone industriali della provincia, offrendo migliori servizi alle aziende ed a tutto il tessuto produttivo salentino.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.