Tempo di lettura: 4 minuti

lanzillotta nardò potenzaGALATINA (di G.De Pandis)– Polveri bagnate al “Pippi Specchia” di Galatina, campo neutro della sfida tra Nardò e Potenza a causa dei lavori che interessano il rettangolo verde dell’impianto neretino. Il Toro fallisce l’ottava vittoria stagionale e impatta contro un buon Potenza. Rimpianti da entrambe le parti, gli ospiti recriminano per un palo colpito da Simeri alla metà del primo tempo e i granata si mangiano le mani per l’incapacità di convertire in gol le tante occasioni maturate nella ripresa. 
Primo tempo– Al 10′ Lanzillotta ci prova dopo una respinta della difesa potentina da calcio d’angolo ma il tiro è alto. Il Nardò prova a tenere il piglio della partita ma . Lattanzio, ancora una volta seconda punta attorno a Malcore, ci prova con un sinistro sul primo palo ma la traiettoria sbatte contro l’esterno della rete. A piccoli passi il Toro conquista metri di campo, e al 17′ uno scambio Vicedomini-Malcore è concluso male dall’ex Paganese che conclude alle stelle. Nell’azione è da evidenziare il gran recupero a metà campo di Caporale, aggressivo nel recuperare palla su Oretti prima di innescare l’azione offensiva. Il Potenza è squadra esperta e pericolosa, al 21′ Oretti pesca Simeri con un lancio lungo, scatto perentorio che brucia il quartetto difensivo granata, destro esterno a scendere sul secondo palo che tocca il palo interno e ritorna in campo dopo aver attraversato tutta l’area piccola. Il gol mancato da parte degli ospiti allunga un po’ le squadra, e Martinez ci deve mettere una pezza un paio di volte su Simeri e De Stefano. La partita, giocata sui binari dell’equilibrio dai ventidue in campo, non conosce molte svolte, a spuntarla sono i due pacchetti arretrati. Al 37′ Lattanzio avvia un ottimo slalom dal lato corto dell’area di rigore ma, al momento di mettere al centro, scivola calciando una traiettoria difficilmente pericolosa. Il Potenza risponde con Liccardi di testa al 39′, ma Chironi è impegnato soltanto a seguire la sfera che supera la trasversale. Le geometrie tra Malcore e Lattanzio non sono precise e Ragno si dispera per qualche manovra orchestrata troppo lentamente. Il Nardò, vista la situazione, prova a rendersi pericoloso con gli spioventi in area, ma in qualche modo le uscite di Napoli e la buona guardia di Esposito e Liccardi hanno buon gioco.
montinaro nardò potenzaSecondo tempo– Il Nardó prova a cominciare la ripresa con il piede sull’acceleratore. Cassano al 5′ lancia in area per Lattanzio, stop, dribbling e tiro debole che Napoli che para. All’8′ è Vicedomini a mettere in difficoltà Napoli con un tiro da fuori, ma l’estremo rossoblù tiene a fatica la sfera in due tempi. Oretti, dai venti metri, prova una soluzione simile ma Chironi si distende e para. Il Nardò preme ed al 14′ sfiora il gol con un’occasione sciupata da Lattanzio, impreciso nella deviazione ravvicinata di testa dall’area piccola su cross di Vicedomini. La “diciottesima”, e non ufficiale, regola del calcio, “gol sbagliato gol subito”, rischia di punire il Toro. Imbucata centrale di Oretti per Simeri che penetra tra le maglie della difesa granata ma sbatte su Chironi in uscita. Il rischio spaventa il Nardó, imballato a centrocampo dalla densità potentina. I lucani, rivitalizzati dalla cura Marra, si esprimono bene nelle trame dalla cintola in su. Al 24′ Cassano guadagna il fondo dalla destra e scodella al centro per Montinaro che di testa colpisce debolmente, favorendo la presa di Napoli. Sulla fasce il Nardó colpisce a tratti, gli esterni di Ragno superano spesso i marcatori ma i servizi al centro non sono dei migliori. Da un lancio sbagliato di Martinez al 36′ il Potenza si porta all’attacco, ma al solito corridoio centrale non segue un tiro preciso, Simeri apre troppo il sinistro. La partita s’alza di tono e il Nardó cerca il vantaggio. Prima Vicedomini spara alto dalla linea dei sedici metri e poi Presicce, su filtrante di Palmisano, manca la porta dopo esser penetrato tra i due centrali. Prosegue la pressione granata al 42′. Azione prolungata di Palmisano implacabile sulla destra, pennellata respinta da Esposito, palla per Caporale che crossa dalla trequarti trovando Lattanzio puntuale nel colpo di testa, troppo schiacciato su Napoli. Nel primo minuto di recupero il Toro ha la palla buona per il vantaggio ma Cassano carica troppo il sinistro e la sfera vola via. Il fischio finale apre un leggero parapiglia. La partita si conclude sullo 0-0.  

Il tabellino

Nardò-Potenza 0-0
Nardò (4-4-2): Chironi; Cassano, Martinez, Strumbo, Caporale; Palmisano, Lanzillotta (29’st Presicce), Vicedomini, Montinaro (29’st Gigante); Malcore (21’st Ricciardo), Lattanzio. A disp.: Liaci, Versienti, Lanzolla, Mancarella, Facecchia, Corvino. All. Ragno
Potenza (4-4-2): Napoli; Riccio, Esposito, Liccardi, Blandi(16’st Navas); M.Esposito, Oretti, Giacinti, De Stefano (25’st Jeda); Simeri (40’st Campanella), Miocchi. A disp.: Di Costanzo, Lolaico, Bitancourt, Vitale, Tommasiello, Cinque. All. Marra
Ammoniti 44′ Giacinti ( P), 20’st Strumbo , 33’st Presicce , 37′ Navas (P).
Arbitro Gentile di Seregno (Nocella-Longo )
Note: pomeriggio soleggiato, terreno in sufficienti condizioni. Spettatori 1500 circa Recuperi 1′ pt, 4’st

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.