Tempo di lettura: 3 minuti

Martina-LecceLECCE (di Italo Aromolo) – Quando ci viene comunicato che anche il toner per la stampa delle distinte è finito, il presagio è lecito: non sarà una giornata fortunata per il Lecce, i suoi tifosi, gli addetti ai lavori. Lo dice l’andamento di Martina Franca-Lecce, sfida unilaterale tra due realtà che hanno pareggiato solo per numero di gol fatti. Non certo in capacità di imporre il proprio gioco, occasioni create e sportività nell’accettare il risultato finale, qualità queste appartenute largamente alla formazione giallorossa. Non certo in buona sorte, unica variabile pendente dalla parte dei biancazzurri. E si sarebbe potuta consumare anche la clamorosa beffa se, a pochi secondi dalla fine, il centrocampista leccese Bàlint Vècsei non avesse trovato la giocata giusta per pareggiare l’iniziale vantaggio martinese di Franchini. Il finale di 1-1 lascia tutti contenti a metà. Nell’appuntamento settimanale con la nostra rubrica “Match&Numeri”, analizziamo le statistiche del match.

I NUMERI– Alcune considerazioni tattiche, oltre tecniche nella qualità dei singoli, potrebbero spiegare la diversa piega assunta dalla gara itriana rispetto a quella con Casertana sul piano della pericolosità. La presenza di un unico terminale offensivo, Abou Diop, ha giocato un ruolo di primo piano nel finalizzare la mole di gioco creata. Sponde, difesa della palla e attacco della profondità sono stati i valori tecnici garantiti dall’ex Toro per scardinare la terza linea avversaria. Esattamente quello che è mancato contro la Casertana per assenza di punte di ruolo. Non è certamente un bene il fatto che i suoi 5 tiri (media elevata per un attaccante) siano finiti ovunque meno che in porta, ma la prestazione del senegalese è stata comunque indispensabile nell’economia della partita.

STATISTICHE MARTINA-LECCE 1-1Così, se contro la Casertana i numerosi cross parevano armi recapitate con istruzioni in coreano per i finalizzatori leccesi (cioè impossibili da usare), contro gli itriani l’assedio degli ospiti ha trovato la sua ragion d’essere nei 16 tiri effettuati (record stagionale), 28 cross messi in mezzo (record stagionale) e 50 palle in area (ancora record stagionale). Un’enormità sul piano del gioco.

Merito anche della coppia di terzini, completamente rinnovata nei nomi? Può darsi. Sette giorni fa il duo Lo Bue–Legittimo fece una fatica enorme nel rendersi propositiva e arrivare sul fondo. Molto meglio è andata contro il Martina ad Andrea Beduschi e Matteo Liviero, che con buona frequenza si sono sovrapposti ai rispettivi compagni d’attacco producendo ben 10 cross e 15 palle in area. Indubbiamente li ha facilitati in questo la scelta del 4-2-3-1 piuttosto che il sistema a singolo trequartista adottato contro i campani, ma resta l’impressione di una maggior facilità evidenziata dai due nel saltare l’uomo e dialogare con i compagni.

A centrocampo si è perso un uomo a far legna, ma quando hai un Giuseppe De Feudis in più l’organizzazione difensiva ne risente ben poco. Succube della mediana leccese, il Martina si è presentato in area avversaria con la frequenza di un temporale estivo (9 volte) e soltanto in un paio di questi è riuscita ad impensierire i guantoni di Perucchini (1 tiro in porta e 1 fuori). La capacità realizzativa dei biancazzurri ha fatto invidia ai cecchini dei servizi segreti americani (100%), ma si ferma a questo l’elenco dei pregi di una manovra offensiva per il resto sterile e lacunosa (7 cross in tutta la partita, quanto il solo Surraco). Al Lecce resta il rammarico di aver pareggiato contro un avversario fragile in difesa e per nulla incisivo in attacco (coefficiente di pericolosità pari a 0,11).

Di seguito tutte le statistiche di Martina Franca-Lecce:

  • TIRI IN PORTA: Martina 1-Lecce 8
  • TIRI FUORI E/O RESPINTI: Martina 1-Lecce 8
  • CROSS EFFETTUATI: Martina 7-Lecce 28
  • FALLI SUBITI: Martina 15-Lecce 16
  • PALLE IN AREA: Martina 9-Lecce 50
  • CORNER: Martina 2-Lecce 7
  • OFF-SIDE: Martina 0-Lecce 4
  • COEFF. PERICOLOSITÀ: Martina 0,11-Lecce 0,16
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.