Tempo di lettura: 5 minuti
ragno prinari francavilla nardò
Nicola Ragno e Tiziano Prinari

FRANCAVILLA FONTANA- Francavilla è ancora una volta amara per il Nardò. Dopo i quattro incroci senza gioie nello scorso campionato, al “Giovanni Paolo II” di Francavilla va in scena ancora una volta un successo dei padroni di casa. L’1-0 maturato nei 90’ lascia qualche rimpianto al Nardò, troppo timido per provare a riprendere la partita. In più, la squadra di Ragno protesta per un presunto rigore su Lattanzio non ravvisato dal direttore di gara al 20’ del primo tempo.

L’allenatore molfettese rinuncia a Montinaro per il più fisico Prinari, passando al 4-2-3-1 con il leccese dietro a Malcore affiancato da Lattanzio e Palmisano, e conferma gli altri dieci undicesimi della formazione che ha battuto il Bisceglie. Calabro opta per Galdean al centro del campo al posto dello squalificato Ciarcià; il romeno prende posto in mediana insieme a Biason e Risolo, con i soliti Gallù e Liberio esterni.

La partita– La prima emozione del match è confezionata dai padroni di casa: Masini sfrutta una ripartenza, semina la difesa granata ma si vede parato il tiro da Chironi che alza sopra la traversa. Al 10’ il Francavilla sfiora il gol quando, su cross di Gallù dalla sinistra, prima Masini e poi Montaldi falliscono l’aggancio. Il Toro batte la fiacca e cerca di contenere le azioni dei padroni di casa. Alla mezz’ora Masini supera Allegrini nel cuore dell’area e a tu per tu con Chironi deve arrendersi alla grandissima parata del “portierino” granata. La paratissima dell’ex Lecce scuote il Nardò. Malcore trova il varco giusto per Vicedomini, cambio di gioco per Lattanzio e tiro che sbatte sull’esterno della rete. Il Francavilla però si rifà sotto poco dopo con Biason, ma il suo tiro dalla distanza al 36’ finisce fuori. In conclusione di primo tempo il Nardò prova la stoccata, ma al 44’ l’ex Taurino salva sulla linea di porta il tiro di Lattanzio. Poco dopo Lanzillotta prova a pescare il jolly da fuori, ma Albertazzi sventa.

L’accelerazione della ripresa induce Ragno ad alzare il baricentro, ma le occasioni latitano ad arrivare. Non si può dire lo stesso delle sortite francavillesi, seppur poco pericolose nella punizione di Montaldi all’8’ e nel tiro di Masini al 12’ bloccato da Chironi. L’estremo difensore di Surbo salva ancora una volta i suoi due minuti dopo quando deve chiudere lo specchio a Masini con un’uscita perfetta. Al 17’ però Chironi è costretto a capitolare sul tiro di Montaldi che s’insacca senza repliche con un tiro rabbioso su assist di Biason.

Il gol spacca la partita. Mancarella si fa espellere per una reazione su Liberio e Ragno inserisce Balisteri per Prinari. In superiorità numerica il Francavilla prova a raddoppiare e, dopo un gol annullato per sospetto offside, Masini di testa conclude su Chironi. L’attaccante si ripete al 34’, stesso copione con la parata sicura del portiere del Nardò. L’estremo difensore è ancora provvidenziale al 43’, quando Gallù prova il tiro sul secondo palo, Chironi smanaccia e Risolo spreca una buona occasione aprendo troppo il piatto. La magra consolazione per il Nardò dell’ennesima prestazione da urlo di Gianmarco Chironi raggiunge l’apice alla fine, quando il tuffo plastico sul tiro a botta sicura di Bartoli nega il 2-0 al Villa, vittorioso meritatamente nel big-match di giornata.

La battuta d’arresto non deve far suonare campanelli d’allarme in casa granata, ma l’approccio visto in campo, diverso da quello vincente di domenica contro il Bisceglie, indurrà di certo mister Ragno a tanta applicazione in vista del pronto riscatto da raggiungere già con l’Isola Liri.

nardò ragno
Mister Nicola Ragno

Le reazioni– Al termine della partita l’ufficio stampa dell’ACD Nardò ha registrato le dichiarazioni di mister Ragno, amareggiato per come è venuto il risultato: “Il Francavilla ha vinto perché ha sfruttato il nostro unico errore nel secondo tempo. Con l’espulsione e lo spazio in più si concedono occasioni. Nel primo tempo loro hanno fatto più occasioni di noi, poi la stanchezza, il campo ed il caldo hanno fatto la differenza. Abbiamo avuto inizialmente poca personalità, buttando tanti palloni. Bisogna crescere dagli errori e riscattarci già domenica contro l’Isola Liri, una bella squadretta che sta a nove punti. Un passo indietro rispetto a Bisceglie? La partita è stata decisa dall’episodio, in più su questo sintetico noi non siamo abituati, c’è chi si adegua, chi si adegua tardi e chi no. Potevamo finalizzare meglio qualche occasione, ma questa nel secondo tempo era una partita da 0-0. Le occasioni sono arrivate dopo l’uomo in più, fino al 15’ è stata equilibrata anche nella stanchezza. Doveva finire così, ma il Francavilla ha sfruttato l’errore. Chironi migliore in campo? Ha fatto il suo, i portieri sono lì per parare, sta giocando bene ed è un buon portiere. Riccardo Lattanzio non cerca scuse nell’analisi della partita: “Potevamo fare di più, abbiamo perso ma bisogna crescere riscattandoci già da domenica. Diversi rispetto a domenica? È normale, il campo poi ha fatto il suo. Non è un’alibi però, la sconfitta è meritata. L’espulsione di Mancarella è stata interpretata male, ma dobbiamo crescere tutti non lui. Il gol? È nato da un nostro errore in fase di uscita, non c’è da puntare il dito su qualcuno, bisogna sbagliare il meno possibile. Ad ogni errore siamo puniti”.

Il tabellino

Virtus Francavilla – ACD Nardò 1-0

Virtus Francavilla: Albertazzi, Bartoli, Vetrugno, Risolo, Taurino, Gallù, Liberio (26’ st Krasniqi), Biason, Masini, Galdean (21’ st Rescio), Montaldi (41’ st De Toma). A disp: Iurlo, Camorani, Ancora, Fersini, De Giorgi, Villa. All. Calabro

ACD Nardò: Chironi, Cassano, Mancarella, Vicedomini, Martinez, Allegrini, Palmisano, Lanzillotta, Malcore (26’ st Ricciardo), Prinari (23’ st Balistreri), Lattanzio (33’ st Corvino). A disp: Liaci, Strumbo, Facecchia, Gigante, Montinaro, Presicce. All. Ragno

Reti: 17’ st Montaldi

Espulsi D’Ambrosio (dirigente Francavilla) e Mancarella (N)

Ammoniti: Allegrini (N), Biason (VF), Chironi (N), Ricciardo (N), Masini (VF)

Arbitro Vimercati di Cosenza (Sciammarella-Terenzio)

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.