Tempo di lettura: 1 minuto

11994387_10205845562390755_705737597_nLECCE – Stamane era apparso sulla pagina facebook del gruppo Passione Lecce una nota in cui si rimarcava la mancata sanzione da parte del Giudice sportivo di Lega Pro dopo quanto sarebbe accaduto durante il minuto di raccoglimento prima del fischio d’inizio della gara Lecce-Andria. Una versione dei fatti secondo la quale, dal Settore ospiti dell’impianto sportivo leccese si sarebbero levati cori razzisti mentre si commemorava il piccolo Aylan, tragicamente annegato sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia.

Dalla stessa pagina del popolare social network, tale notizia è poi stata cancellata poiché gli episodi riferiti non erano in realtà accaduti esattamente come riportato. In pratica, gli ultras andriesi hanno sì intonato cori di scherno ma non a sfondo razziale, bensì “solo” contro la tifoseria locale, tanto che al momento della conclusione del minuto di raccoglimento larghe frange degli spettatori di fede giallorossa hanno inveito verbalmente contro i tifosi ospiti.

Per dovere di cronaca Leccezionale riporta l’immediata rettifica della notizia pubblicata in precedenza.

Tuttavia, si tratta pur sempre di accadimenti rimarcabili e sempre spiacevoli, sintomo che la vera cultura sportiva stenta a volte ad attecchire alle nostre latitudini. 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.