Tempo di lettura: 2 minuti
lattanzio nardò
Riccardo Lattanzio, punta del Nardò

NARDÒ (di G.De Pandis)– Nel test di domenica tra il Nardò e l’Otranto, vinto dai granata per 3-1, è emerso ancora una volta un problema che rischia di complicare un po’ la quotidianità della compagine granata. Il terreno del “Giovanni Paolo II” è risultato a dir poco difficile da calcare e nel test contro la squadra idruntina le traiettorie calciate da Vicedomini e compagni hanno evidenziato questa deficienza del manto verde del “Comunale” neretino. Quelle del campo, naturalmente, non sono state le uniche indicazioni dell’amichevole disputata e vinta contro i biancoblu di mister Salvadore. Sulle fasce il Nardò ha dimostrato velocità di decisione e risolutezza nel servire le punte, brave a creare occasioni però non sfruttate appieno a causa di un cinismo non perfetto. Al netto della piena forma da recuperare di qualche elemento (Lanzillotta su tutti), sono da affinare i meccanismi difensivi, infatti, ieri, almeno nella prima parte di partita, l’Otranto è arrivato spesso dalle parti di Chironi (attento in almeno due interventi) firmando anche il temporaneo vantaggio.

Riccardo Lattanzio, autore del gol del pareggio, è contento della prima segnatura con la maglia del Nardò, arrivata in un test difficile: “Al di là del gol sono contento perché non era facile riprendere una partita nervosa anche perché se andiamo ad analizzare tutto quello che facciamo in settimana i segnali sono positivi. Sono contento della vittoria, è importante vincere sempre. Questo campo però non permette di sfruttare le nostre caratteristiche. Le altre occasioni? Eh sono contento di averle rimediate col gol, ci sono andato vicino altre volte, senza segnare per offside e episodi. Quello che conta è persistere sempre, mi devo allarmare soltanto quando in porta non riesco ad arrivarci. Per un attaccante quello è l’importante.” L’ex Andria è uno dei jolly granata, in quanto Ragno lo impiega indifferenziatamente nei due ruoli dell’attacco e da esterno alto: “Sono a disposizione del mister, l’anno scorso ho fatto tanti ruoli. Sono contento sia da prima che da seconda punta, l’importante è vincere e fare bene”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.