Tempo di lettura: 1 minuto
trinchera
Stefano Trichera, diesse U.S. Lecce

LECCE (di Car. Tom.)  – In attesa di ufficializzare il nome del nuovo allenatore del Lecce per la prossima stagione, che  verrà comunicato al massimo entro la giornata di martedì, il diesse salentino Stefano Trinchera sta iniziando a muoversi in maniera silente sul fronte calciomercato, con l’obiettivo primario di cercare di capire chi tra  gli elementi della “vecchia guardia” è pronto a rimanere anche nella prossima stagione nel Salento. Non tutti gli elementi ancora sotto contratto sembrano, però, far parte del progetto tecnico del club di Piazza Mazzini che verrà chiarito, naturalmente, solo dopo aver scelto il nome del nuovo tecnico (in pole per la panchina sembra comunque esserci l’ex Novara, Domenico Toscano, ma piace anche Antonio Asta. Mister Alberto Bollini, invece, sotto contratto fino al giugno 2016 è in vacanza a Fregene ed attende una chiamata dalla società salentina).

Il neo responsabile dell’area tecnica della società di Piazza Mazzini tratterrà con molta probabilità Romeo Papini, Davide Moscardelli, Stefano Salvi e Giuseppe Abruzzese. Così come, potrebbe rimanere nel Salento anche il brasiliano Marcus Diniz (l’ex Livorno ha numerose “pretendenti” sia in Italia che all’estero). Lascerà sicuramente il Lecce l’esterno sinistro di Pulsano, Filippo Falco (controriscattato dal Trapani) perchè richiesto con insistenza in massima serie (il gioiellino giallorosso, classe ’92, piace sia al Frosinone che al Carpi). Ritorna al Lecce per fine prestito dal Varese anche Filippo Perucchini per poi essere girato in prestito altrove (il portierone bergamasco potrebbe accasarsi in massima serie al Palermo, anche se è corteggiato da altri club sia di serie A che di B). Nel frattempo, per la giornata di domani in casa Lecce è in programma la presentazione della richiesta d’iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro con la relativa fideiussione.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.