Tempo di lettura: 1 minuto
Gabriella Legno ideatrice logo Salento Ideale ok
Gabriella Legno

Con il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Lecce, Comune di Lecce e Università del Salento, in occasione di EXPO UNIVERSALE 2015 e LECCE CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA, Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” e Art&Co Gallerie hanno organizzato : BAROCCO CHE INCANTA. LECCE OLTRE IL VISIBILE, presso la Galleria Art&Co, sita a Lecce, in via Salvatore Nahi 27/29, dal 16 al 30 maggio. Il Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento”, presieduto da Wojtek Pankiewicz, nell’ambito del suo progetto “Salento ideale”, e La Galleria d’Arte ArteVita Art&Co, presieduta da Tiziano Giurin, propongono un evento della durata di 15 giorni, che sarà inaugurato, sabato 16 maggio alle ore 19,00, dal regista Edoardo Winspeare e dall’arch. Biancaneve Codacci-Pisanelli, dirigente del Ministero dei  Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con la mostra personale  di pittura sul Barocco Leccese visto attraverso gli occhi dell’artista Gabriella Legno “BAROCCO CHE INCANTA. LECCE OLTRE IL VISIBILE” e che comprenderà pure un convegno con insigni relatori, suddiviso in due giornate, mercoledì 20 e mercoledì 27 maggio, dalle ore 17,30, dal titolo “La nostra grande bellezza matrice di immensa ricchezza: Il turismo culturale nella competizione internazionale”, tre concerti di musica barocca e pizzica e passeggiate culturali nel borgo antico, diurne e notturne. Grazie a questa iniziativa Lecce e il Salento sono in vetrina agli occhi del mondo, infatti, considerata la qualità dell’evento, la redazione di www.verybello.it, il Portale digitale interattivo degli eventi di Expo 2015, ha ritenuto, già da alcuni giorni, di dededicare un apposito link attraverso il quale poi è possibile conoscere per intero  il  ricco programma. Un vero fiore all’occhiello dell’offerta culturale del Salento.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.