Tempo di lettura: 2 minuti

11173432_10204901874599150_1384504875_nLECCE (di Carmen Tommasi) – Sogni, desideri, paure, titubanze, illusioni ed infinita voglia di Serie B. Desiderio immenso di strappare il biglietto di accesso ai play-off per il Lecce, per i tifosi giallorossi e per tutto l’ambiente che circonda la comitiva allenata da Alberto Bollini. Una piccola speranza, seppur ridotta al lumicino, di poter accedere per vie secondarie al tanto ambito campionato di Serie B c’è ancora, ma tutto è sempre più difficile ed in perenne salita. Vincere le ultime tre gare stagionali e conquistare 9 punti potrebbe non bastare a Miccoli e soci per agguantare gli spareggi, perché il futuro ormai è anche e soprattutto nelle mani delle dirette concorrenti nella lotta-promozione.

I risultati di sabato scorso, ossia le vittorie di Juve Stabia e Matera contro le prime due “potenze” del campionato del girone C, non hanno aiutato di certo il percorso dei giallorossi. Il gol di Abdou Doumbia al 92′ dopo la scarsa concretezza dei salentini che, in almeno altre quattro occasioni, si erano lasciati ipnotizzare da Antonio Narciso, ha alimentato le speranze e ha regalato la vittoria agli uomini del mister mantovano. Eppure, a distanza di altre 48 ore, il successo nel recupero di campionato della Casertana a Martina Franca, prossimo ostacolo sul cammino dei giallorossi sabato, ha nuovamente portato cattivi presagi nell’ambiente leccese.

Pertanto adesso, oltre a vincere, bisognerà anche sperare nei passi falsi, o meglio inciampi, del tosto Matera e, appunto, della Casertana che ieri al “Tursi” ha battuto un non ancora salvo Martina e così superato in classifica proprio i salentini. Sognare non costa nulla, si sa, ma illudersi potrebbe fare ancora più male in una lenta agonia che dura ormai da tre stagioni per i tifosi, gli stessi calciatori (che sostengono a suon di dichiarazioni importanti di crederci) e per lo staff tecnico che durerà ancora 270 lunghi ed interminabili minuti. Per lottare, correre e crederci… fino alla fine.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.